mercoledì 11 aprile 2012

Mister Gay World, il concorso potrà aiutare l'Africa?

Enrique Lin (CC)
Condividi l'articolo su: Facebook - Twitter
Scrivici a mail@ilgrandecolibri.com
Seguici su: Facebook - Twitter
 Iscriviti ai feed
Il fatto che la fase finale del concorso Mister Gay World fosse ospitata in Sudafrica aveva spinto molti a immaginare, e forse sperare, una vittoria di un candidato del continente in cui si svolgeva la manifestazione. Il Sudafrica, pur non privo di omofobia, è uno dei pochi stati che riconosce pieni diritti alle persone omosessuali incluse le nozze, come quelle che hanno unito Ludovic e Qiyaam (Il grande colibrì): ma il resto dell'Africa vede una situazione di generale omofobia (Il grande colibrì) e il concorso di bellezza era visto come un'occasione per portare alla ribalta dei media mondiali la situazione, anche grazie alle candidature di un rappresentante dello Zimbabwe e di un etiope.

Già nel corso dei mesi la situazione era degradata: il concorrente dello Zimbabwe si ritirava dalla competizione e quello dell'Etiopia era costretto ad espatriare per evitare di subire atti di violenza (Il grande colibrì). E così alla fine anche l'esito della gara è stato più conforme ai canoni abituali che hanno incoronato i reucci della bellezza gay negli ultimi anni: ha vinto Andreas Derleth, un neozelandese di origine tedesca con tutti i muscoli a posto, e dell'omofobia che impera in tre quarti dei paesi africani è uscito poco, pochissimo, quasi per nulla (Towleroad).

Pure non è che mancasse l'occasione per spaziare un po' sull'argomento: oltre ai due candidati africani intimiditi (il rappresentante etiope è stato anche diseredato dalla propria famiglia benestante), pure il concorrente della Namibia a dicembre era stato picchiato per il suo coming out attraverso la partecipazione alla manifestazione (Il grande colibrì). E la cronaca degli ultimi giorni ci racconta dell'arresto di quindici persone in Gambia, sospettate - molto semplicemente - di essere gay. Gli arrestati (tutti locali, a parte un senegalese) sono accusati di aver esibito pubblicamente o promosso l'omosessualità, in un paese dove la pena per questo tipo di "reato" arriva fino ai quattordici anni di carcere e per fortuna il presidente Yahya Jammeh ha fatto retromarcia rispetto alla sua proposta di decapitare gli omosessuali (News24).


Michele 
Copyright©2012MicheleBenini


RASSEGNA STAMPA
Cronaca. Insulti omofobi? In tre reagiscono pestando il provocatore a Gloucester (Inghilterra)
Cultura. 60mila firme per ringraziare Electronic Arts per i personaggi LGBT nei videogame
MOI. Abu Hamza, sospetto terrorista e sicuro omofobo, sarà estradato negli Stati Uniti
Mondo. Coppia gay si sposa in India e registra l'unione ufficialmente: ora è accusata di truffa
Movimento. Rischiano la scomunica gli studenti mormoni del video contro l'omofobia (iGC)
Politica. Gay.tv delira: dice addio al gay-friendly Renzo Bossi e benvenuta alla Lega riformista (?)
Sessualità. Indiana (USA), ha costretto almeno cento ragazzini a diventare suoi schiavi in cam

1 commento:

  1. mi sembra un po' deprimente sperare in un concorso così futile per arrivare alla soluzione di un problema così 'interiorizzato' nel mondo africano :-((

    Da quello che ho visto tra gli amici africani , specialmente ghanesi , per gli uomini è veramente un tabù , un divieto che viene dall'alto da parte di un Dio letto sempre allo stesso modo ...omofobo e maschilista. Le donne , come mamme e come amiche , capiscono molto di più e vedono con altri occhi una realtà di fatto ben visibile. L'argomento va contro il rispetto , l'educazione, la religione ...praticamente i cardini dell'africanità cristiana e mussulmana di potere e... non è poco . Parlo da valdese-critica con uguale 'amore' per gli africani e per il mondo LGBT. Ne parlo anche sapendo quanto io sia sempre al di fuori degli schemi normali in cui mi mette la mia chiesa così apparentemente aperta e contro ogni discriminazione. Solo l'idea del matrimonio celebrato a Milano ha fatto si che metà dei metodisti emigrasse in chiese pentecostali chiaramente molto più chiuse e 'antiche'.

    RispondiElimina

Per commentare seleziona dal menù a tendina il tuo account. Dopo ripetuti episodi di trolling e di messaggi violenti e minacciosi non sono più accettati commenti anonimi.