Chi siamo

Il Grande Colibri è un’associazione di volontariato a favore delle persone LGBTQI (lesbiche, gay, bisessuali, transgender, queer e intersessuali) che vuole fare emergere e raccontare l’importanza delle altre differenze (etniche, nazionali, culturali, religiose, sociali, relazionali, sessuali…) che si intersecano con quelle legate all’orientamento sessuale e all’identità di genere.
Vogliamo rompere il muro di silenzio e di pregiudizio che avvolge chi non rientra nei canoni della maggioranza, superare la rappresentazione stereotipata e superficiale delle minoranze, far sentire la voce di chi viene ignorato o zittito, combattere ogni forma di pregiudizio (omofobia, transfobia, razzismo, islamofobia, antisemitismo, sessuofobia, stigmatizzazione della povertà o della malattia…).

Il gruppo che gestisce il progetto è attualmente composto da persone tra loro molto diverse (bisessuali, eterosessuali, gay, lesbiche e queer; africane, asiatiche ed europee; agnostiche, atee, cristiane e musulmane; eccetera), unite dal rispetto per questa diversità e dal piacere di condividerla.

Il blog offre notizie, approfondimenti e testimonianze, garantendo ogni sforzo per dare informazioni corrette e complete, nel rispetto delle persone ed evitando semplificazioni e sensazionalismi. Lo scopo è quello di capire e far capire realtà che sembrano lontane, aprire canali di comprensione e comunicazione, offrire strumenti interpretativi utili a un’azione efficace al servizio dell’uguaglianza.
Accanto al blog e attraverso il blog sviluppiamo una serie di altri percorsi: rapporti con attivisti di tutto il mondo, incontri sui diritti delle persone LGBTQI nel mondo, rubriche radiofoniche, campagne contro il pregiudizio, collaborazioni con gli sportelli per migranti e richiedenti asilo LGBT, eccetera.

 

Carta degli impegni

  1. Ci impegniamo a offrirti la migliore informazione che possiamo garantirti con le nostre capacità e risorse, avendo sempre come primo obiettivo la qualità di quello che facciamo e non la quantità.
  2. Ci impegniamo a darti elementi utili a comprendere la realtà nella sua complessità e a cogliere occasioni per migliorarla, senza iper-semplificare, esagerare e distorcere avvenimenti, dati e opinioni.
  3. Ci impegniamo a esplicitarti i nostri valori e i nostri obiettivi, che inevitabilmente incidono sulle scelte politiche, sulle opinioni culturali e sulla valutazione dei fatti, ma non sulla loro descrizione.
  4. Ci impegniamo a non rincorre visibilità, lettori e potere: rifiutiamo il sensazionalismo, non montiamo scandali sul nulla, non sollecitiamo i tuoi bassi istinti e non cerchiamo neppure di compiacerti.
  5. Ci impegniamo a rifiutare ogni tentativo di influenzare il nostro modo di agire e di informare che non sia in linea con i principi qui elencati e, al contrario, a valutare ogni suggerimento che sia in linea con tali principi.
  6. Ci impegniamo a fare ogni sforzo per verificare la veridicità delle informazioni che ti forniamo e a esplicitare e argomentare ogni eventuale dubbio su qualsiasi notizia che riportiamo.
  7. Ci impegniamo a indicarti le nostre fonti e, quando possibile, a linkarle e a spiegarti quando e perché non seguiremo questo principio (per esempio, per evitare di pubblicizzare materiali illegali).
  8. Ci impegniamo a proteggere le nostre fonti dirette, garantendone l’anonimato quando necessario alla loro tutela e rifiutando di esercitare o che sia esercitata ogni pressione per un loro svelamento.
  9. Ci impegniamo a richiedere con fermezza agli altri mezzi di comunicazione un uso corretto e rispettoso delle informazioni, senza tacere neppure per convenienza, per vicinanza di idee o per simpatia.
  10. Nella consapevolezza di non essere esenti da errori, ti chiediamo di segnalarci ogni sbaglio, imprecisione e mancanza, impegnandoci a valutare le tue indicazioni e a porre eventualmente rimedio.

 

Documenti:
Statuto – Carta dei valori