No gender: dalle Sentinelle in piedi ai Jihadisti in piedi

Un militante del gruppo terrorista Stato Islamico

Il mondo sarebbe minacciato da un grande complotto che avrebbe affidato alle scuole occidentali il compito di diffondere, con il pretesto della laicità delle istituzioni, idee sbagliate e bugie pericolose: per esempio, i docenti insegnerebbero ai bambini che – orrore! – le donne e gli uomini sarebbero uguali e che una donna non dovrebbe avere l’obbligo di sottomettersi all’uomo. Ma non solo: l’omosessualità, “vizio malefico e perversione”, sarebbe addirittura presentata “nella scuola repubblicana come un ‘orientamento sessuale’ come un altro”. Non è difficile capire chi ci sarebbe dietro a questo gigantesco piano per distruggere la morale sessuale, la famiglia, la natura ed il progetto di Dio: “Le stesse mani giudaico-massoniche che hanno già cacciato la religione dalle scuole, ora ci fanno entrare la fornicazione, l’omosessualità e l’infanticidio chiamato educatamente ‘aborto'”.

È il riassunto dell’ultimo volantino delle Sentinelle in piedi? No. Beh, forse si. Insomma: potrebbe esserlo. Ma in questo caso stiamo facendo un sunto dell’articolo in francese con cui “Dar Al-Islam”, il giornale ufficiale di Daesh (il gruppo terroristico Stato Islamico, noto anche con l’acronimo ISIS), rivendica gli attentati di Parigi e promette alla Francia altro sangue.

La guerra all’inesistente “ideologia gender”, insomma, affascina anche gli integralisti islamici sanguinari di Daesh: è un discorso che non può fare a meno di sedurre chi vuole giustificare il proprio desiderio di opprimere le donne, disumanizzare gli omosessuali, negare la differenza e la tolleranza. E così gli integralisti, sul campo di guerra o in televisione, sui giornali o nelle piazze, con in mano indifferentemente la Bibbia, il Corano, un kalashnikov e/o un microfono, si ritrovano a ripetere gli stessi identici concetti.

L’articolo di Daesh sembra copiato (errori grammaticali esclusi) dalle dichiarazioni di quel prete siciliano secondo cui l’omosessualità, “tendenza satanica”, e l’aborto, “abominevole delitto”, sarebbero “imposti da qualcuno che appartiene in una posizione alta della società” (sic!), cioè dalla massoneria che “detiene il potere mondiale”. Riprende la tesi del “progetto satanico della massoneria europea che ha come obiettivo la distruzione dell’uomo per farne dei robot telecomandati dai potenti” (sic!) rilanciata da alcuni giornali cattolici.

E suona quasi meno cupo di quanto scrive un noto sito integralista italiano – che non citiamo perché riceve già troppa costante pubblicità gratuita da parte di alcuni media LGBT – sulle “origini sataniste dell’ideologia gender” (“In quanto simbolo dell’inversione e del rovesciamento, Satana insegna anche alle donne – ma pure agli uomini – a scegliere liberamente la loro identità di genere, e imprime il suo sigillo anche sulla scelta omosessuale”).

Questo coro integralista, così ben intonato sulle note dell’allarmismo, dell’omofobia e della misoginia, ha qualcosa da insegnarci: fatte le debite differenze, guardando le Sentinelle in piedi possiamo capire qualcosa di Daesh; e guardando Daesh possiamo capire qualcosa delle Sentinelle in piedi. Poi è responsabilità di ciascuno di noi decidere chi vogliamo essere, quali valori vogliamo avere, con chi vogliamo condividerli.

 

Pier
©2015 Il Grande Colibrì
Scritto da
More from Pier

Daayiee Abdullah, l’imam gay: la vita (MOI Voices 2)

Davanti alla condanna dell’omosessualità che viene ripetuta ferocemente da tanti studiosi coranici,...
Leggi di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *