#Lesbomadario. Orgasmi e amori multipli tra donne

Le notizie di questa settimana:
Sesso – L’orgasmo è più probabile tra lesbiche
Regno Unito – Candidata trans e poliamorosa
Italia – Assegno anche all’ex moglie lesbica
Giamaica – Lesbiche violentate, basta silenzio!
Spot – Madri lesbiche per una bimba sorda

Sesso – L’orgasmo è più probabile tra lesbiche. Un sondaggio rivela che le lesbiche hanno le maggiori soddisfazioni dal sesso: godono più spesso e più a lungo rispetto alle bisessuali e alle etero.

Circa il 13% delle donne bisessuali dice di non raggiungere mai l’orgasmo con il partner familiare, percentuale che scende al 7,5% per le donne etero. Ma per le lesbiche il numero scende ad un minuscolo 2,2%, il che significa che quasi il 98%  raggiunge, almeno occasionalmente, un orgasmo con la propria partner. L’80% delle intervistate fanno sesso per 30 o più minuti, di gran lunga più del tempo medio delle coppie etero (7 minuti). E più le lesbiche si sentono coinvolte sentimentalmente con la propria partner, più è probabile che raggiungano l’orgasmo. [autostraddle.com]

Regno Unito – Candidata trans e poliamorosa. Zoe O’Connell, candidata liberal-democratica, potrebbe diventare la prima deputata britannica poliamorosa: una storia di lesbismo e transessualità.

La candidata Zoe O’Connell di 37 anni si candida ad essere il primo parlamentare poliamoroso della Gran Bretagna, dato che vive una relazione lesbica con le sue due compagne Sarah Brown di 41 anni e Sylvia Knight di 39. Ma bisogna considerare anche questo: Zoe e Sarah in passato erano uomini. E Sarah e Sylvia erano una coppia di sposi eterosessuale, prima che lui cambiasse sesso. Le malelingue non intaccano il sogno di Westminster di Zoe. E in effetti la sua vita personale e la felicità sua e delle sue compagne sono l’immagine stessa della sua campagna elettorale. [mirror.co.uk]

Italia – Assegno anche all’ex moglie lesbica. La Cassazione ha confermato la sentenza della Corte di appello di Cagliari: il marito separato non può rifiutare di pagare l’assegno all’ex moglie perché lesbica.

I giudici dell’appello hanno “accertato lo stato di intollerabilità della convivenza, dando conto dello stato depressivo in cui la moglie era piombata“. Per questo “l’asserita omosessualità della coniuge non sposterebbe i termini della questione, attesa la ancor maggiore evidenza dell’intollerabilità della convivenza matrimoniale per una persona omossessuale“. Sono queste le motivazioni complete con cui la Cassazione ha respingere la richiesta di addebito della separazione avanzata da un marito sardo contro la moglie che, a suo dire, “intratteneva relazioni omosessuali con altre donne“. [unionesarda.it]

Giamaica – Lesbiche violentate, basta silenzio! In Giamaica le violenze sessuali per “convertire” o punire le lesbiche sono frequenti, ma scarsamente denunciate: ora, però, le attiviste conquistano voce.

Gli attivisti dicono che alcune persone LGBT sono state vittima di violenze sessuali brutali al fine di obbligarle a diventare eterosessuali o di punirle perché non rispettano le norme sociali. La Giamaica è famosa da tempo per la sua intolleranza nei confronti dell’omosessualità maschile, ma lo stigma che circonda le donne giamaicane omosessuali e i casi, sottostimati, di violenze sessuali contro le lesbiche stanno ricevendo un’attenzione crescente. Poche violenze sessuali sono riportate agli attivisti LGBT. E anche quando si denunciano le violenze, l’azione penale è difficile. [jamaica-gleaner.com]

Spot – Madri lesbiche per una bimba sorda. La banca statunitense Well Fargo realizza una campagna pubblicitaria commuovente utilizzando due donne lesbiche alle prese con un’adozione… speciale.

Scritto da
More from Pier

Stupri per “guarire” le lesbiche: un problema globale

Le notizie di questa settimana: 1. Stupri per “guarire” le lesbiche: un...
Leggi di più

3 commenti

  • Anche io ho un rapporto bisessuale con mia moglie, rapporto che è evoluto nel tempo da pienamente eterosessuale a, non so come chiamarlo adesso, scusate, perché io ora sono in una fase transgender. adesso mi sto sentendo donna, ma mi piacciono le donne, amo lei; confermo quanto scritto nei due commenti. Lei non ha mai goduto come adesso, ricorrendo a volte al classico rapporto eterosessuale solo perché lei è appunto bisessuale, più donna che altro.

  • Mi permetto di dire la mia opinione sulla maggior facilità per le donne lesbiche di raggiungere l'orgasmo – ho una moglie dichiaratamente bisessuale, e ci siamo potuti confrontare sul tema.

    Il problema non sono le capacità tecniche: uomini e donne possono usare le dita e la lingua con altrettanta abilità; il problema è che la maggior parte dei maschietti privilegia il proprio piacere a quello della partner – e se i due vogliono un figlio, è praticamente inevitabile, perché il piacere di lui è indispensabile per questo, quello di lei no.

    Se ci si concentra sul piacere di lei, l'uomo etero raggiunge le performance della donna lesbica; ma la cosa più importante è quest'osservazione: "E più le lesbiche si sentono coinvolte sentimentalmente con la propria partner, più è probabile che raggiungano l'orgasmo".

    Questo vale per la maggior parte delle donne, qualunque sia il loro orientamento sessuale: se amano il/la loro partner, soddisfarle è semplice; se non c'è amore, il piacere fatica a venire.

    Se una bi lascia una donna per un uomo, questo non vuol dire che la donna lasciata fosse particolarmente "scarsa" – vuol dire che l'amore era morto, e che nessuna "tecnica" poteva rianimarlo. Né l'uomo può gloriarsi di questa "vittoria" – deve ringraziare l'amore che la donna prova per lui, non le proprie "abilità".

    Raffaele Yona Ladu

    • E' esattamente così, Raffaele. Nel lungo articolo sul sondaggio, in effetti, c'era un'osservazione che spiegava proprio come quasi sempre per i maschi, a causa di una concezione patriarcale del sesso, l'atto sessuale sia considerato quello che va dall'inserimento del pene all'eiaculazione, senza nessuna cura per il piacere del/della partner.
      Diciamo che non facciamo una gran bella figura, come maschietti…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *