#7giorniLGBT – Notizie LGBT dal 2 all’8 maggio

film nigeriano we dont live here anymore
La locandina del film "We Don't Live Here Anymore"

La foto della settimana – Il film nigeriano “We Don’t Live Here Anymore” (Non viviamo più qui), scritto dalla regista trans Noni Salma, racconta l’amore di due ragazzi neri gay che si scontra con la società.

La frase della settimanaNayyab Ali è la prima persona transgender a essersi candidata per le elezioni parlamentari a Okara, in Pakistan. Ali si sta occupando molto delle questioni sociali e sta ottenendo molta visibilità.

Se vincerò, farò sforzi incondizionati per fondare un’università medica a Okara e risolvere problemi di acqua, servizi igienici, istruzione, salute e disoccupazione.

7giorniLGBT: Americhe

Canada. L’azienda canadese Netsweeper è sotto accusa per aver censurato contenuti LGBTQIA dai siti web in alcuni paesi di Africa e Asia, usando un sistema che li classifica come pornografici e bloccandoli.

Costa Rica. Il giornalista Enrique Sánchez è il primo omosessuale dichiarato a essere eletto nell’Assemblea nazionale, che dovrebbe approvare il matrimonio egualitario e nuovi diritti per persone transgender.

7 giorniLGBT: Medio Oriente e Africa settentrionale

Libano. Per la prima volta nella storia libanese, i candidati elettorali stanno promuovendo i diritti degli omosessuali, segnando il più alto livello di sostegno della protezione della comunità LGBTQIA nel mondo arabo.

Israele. Sentenza storica per il riconoscimento dei rapporti nelle famiglie LGBTQIA. Una donna, infatti, ha vinto in tribunale la custodia congiunta anche del figlio nato dopo la rottura della relazione con l’ex compagna.

7giorniLGBT: Asia e Oceania

Pakistan. La morte di una donna transessuale nella provincia del Khyber Pakhtunkhwa si pone come esempio dell’incapacità del governo di adottare misure a protezione dei diritti dei suoi cittadini transgender.

Australia. Il principale organo di governo della Chiesa unificata ha raccomandato di cambiare per consentire i matrimoni omosessuali. Per l’occasione, è stato approvato anche un rapporto interno.

7giorniLGBT: Italia

Milano. Un diciottenne è stato attaccato per strada: la sua unica “colpa” è stata quella di indossare una giacca rosa e di essere un attivista dell’Arcigay di Milano. Questo episodio è un triste riflesso dell’Italia di oggi.

Reggio Emilia. La parrocchia di Regina Pacis organizza il 20 maggio un incontro per superare l’omofobia. I cattolici più tradizionalisti hanno in programma di organizzare, lo stesso giorno, una giornata di “preghiera riparativa”.

7giorniLGBT: Europa

Russia. Boris Konakov, un attivista LGBTQIA, viene attaccato in pubblico, ma nessuno cerca di aiutarlo. I suoi oggetti personali non sono stati rubati, si crede quindi che sia stato un attacco di stampo omofobo.

Svizzera. L’associazione Helvetia Christiana ha chiesto di poter manifestare contro il Gay Pride di Lugano, sostenendo che la manifestazione sarebbe una grave offesa al decoro pubblico. Il municipio ha rigettato la richiesta.

7giorniLGBT: Africa

Camerun. Cinque difensori dei diritti LGBTQIA sono stati rilasciati su cauzione dal tribunale di Dschang dopo essersi rifiutati di sottoporsi a un esame anale, definito procedura degradante dall’avvocato Jatan Ndongo.

Kenya. Lo scrittore gay Binyavanga Wainaina ha annunciato di essere fidanzato da lungo tempo con un uomo nigeriano e che si dovrebbero sposare il prossimo anno in Sudafrica, dove la coppia progetta di vivere.

Gli approfondimenti della settimana

Impero ottomano. Prima di una eteronormatività influenzata dall’Occidente, i costumi sessuali erano molto diversi, a partire dalla percezione del genere e dalla descrizione dei ruoli assunti nella pratica sessuale.

Omogenitorialità. Nonostante la vittoria ottenuta approvando la legge Cirinnà, la mancata approvazione dell’adozione da parte delle coppie gay e soprattutto della stepchild adoption, è una grave carenza di diritti civili.

JessicaNicholas e Thuban
©2018 Il Grande Colibrì

Scritto da
More from redazione

Una notte senza fine (Yousef e Farhad 2)

  Amir Soltani e Khalid Bendib per OutRight Action International (outrightinternational.org) e...
Leggi di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *