Il diario di Samir 2 – Sesso, amici e… carabinieri

due carabinieri per strada con la loro volante
Due carabinieri pattugliano la strada con la volante

Il diario di Samir 1 – Primo impatto con sesso e razzismo

Ciao ragazzi, sono Samir, ragazzo arabo che è venuto in Italia in cerca di una nuova vita e di un lavoro lontano dal suo paese natale e con una cultura diversa dalla vostra. Comunque non è la prima volta che vi scrivo, perché avevo già pubblicato altri articoli.

Dopo che mi sono stabilito a Firenze, ho avuto la fortuna di conoscere due amici in un locale gay che si chiamava Yag. Il primo era un peruviano molto riservato e carino, il secondo era un albanese musulmano come me, ma aveva molti conflitti con se stesso. Quando l’ho conosciuto in questo locale era così timido che diventava rosso quando gli si parlava, ma era solo il silenzio prima della tempesta: dopo avere preso un po’ di confidenza con noi e con il locale, eccolo qua che si scatena con jeans strappati che si vede il culo, magliette di tutti i colori e anche un po’ di cipria ogni tanto.

Ma c’era una cosa: tutte le volte che beccava qualcuno dentro, dopo averlo sbaciucchiato due ore e a volte anche scopato, eccolo qua che si ricorda che esiste un dio e sente il rimorso d’avere infranto le regole della sua religione. Era così disperato che ci faceva disperare anche a noi, ma io glielo dicevo quando lo vedevo con un altro che si ricordasse del dopo, ma lui diceva sì sì… e poi la solita storia! Comunque abbiamo imparato a conoscerlo e non si faceva più caso: era un po’ matto, tutto qua.

Io nel frattempo lavoravo presso un catering – in nero, perché non avevo i documenti, ma vi devo dire che guadagnavo molto bene, anche se stavo sempre fuori in giro per la Toscana. Una volta mi ha chiamato il mio capo per dirmi che dovevo sostituire un collega che fa di solito un altro lavoro, solo che non avevo la minima idea del suo lavoro, ma il peggio era che dovevo lavorare dentro una caserma dei carabinieri. Oddio, io che non avevo i documenti e che quando vedevo uno delle forze dell’ordine cambiavo strada! Ma questa volta li dovevo servire e, insomma, mi sono rassegnato e ho seguito il detto che dice che non c’è posto migliore per nasconderti che dentro la grotta del leone. Il mio collega mi ha tranquillizzato dicendomi che nessuno mi avrebbe chiesto i documenti e che io non avevo scritto sulla mia fronte clandestino.

Ok, abbiamo cominciato a portare la roba dentro la caserma, ma continuavo a cagarmi addosso dalla paura, anche se facevo finta di niente. Insomma, questa situazione è continuata a lungo, finché sono cominciati a arrivare tutti con la divisa e tutto è diventato bello: avevo il testosterone a mille, erano uno più bello dell’altro e io mi sono come sciolto. Cavolo, loro mangiavano e chiacchieravano e io continuavo a scoparli con la mente. Speravo di scopare qualcuno fuori, sul prato, come nei film porno, ma alla fine mi sono consolato con un cameriere – era anche bello, cavolo! – e va bene, ero contento lo stesso.

Dopo un paio di mesi il lavoro è cominciato a calare, poi mi hanno mandato a casa e mi chiamavano solo in caso di bisogno. Ho cominciato un po’ a preoccuparmi perché l’attesa era diventata lunga e le risorse sono cominciate a calare. Una volta parlavo con il mio amico peruviano della situazione e lui è rimasto un po’ in silenzio e poi mi ha confessato una cosa, dicendomi: se vuoi guadagnare un po’ di soldi, ho un lavoro per te. Non avevo idea di cosa fosse, ma so solo che lui non si faceva mancare niente. Ve lo racconterò la prossima volta, ma prometto che accetterò tutti i vostri giudizi, perché è ormai il passato oppure una macchia che ormai con il tempo è sbiadita. Grazie di cuore!

Il diario di Samir III – Le marchette al cinema porno

Samir
©2012 Il Grande Colibrì
More from Il Grande Colibrì

“Io, bersaglio delle battute omofobe del professore”

Partiamo da un nome di fantasia, Matteo, e da un fatto reale...
Leggi di più

18 commenti

  • Ciao Samir, complimenti per il tuo blog! Si legge molto volentieri ed è animato da uno spirito sincero e aperto. Ti auguro di restare in questo paese, che nonostante il bigottismo ha bisogno della ricchezza culturale portata da individui come te.
    Buona fortuna per tutto e continua a scrivere!
    😉

  • cara najwa non ti preocupare per i tue commenti ero gia pronto per questo non volevo solo che si tirasse in balle il nostro dio tutto qua e siccome a volte ce l'avevo con lui ecco perche ti ho risposto cosi ma comunque la fede e una sorgente che non finishi mai di scorrere basta allungare la testa e bere e vedrai che ti passa la sete la mia non lo trovata ancora e ti dico che a volte ho perso la speranza di trovarla ma spero prima o poi salam alikom

  • trovato ora! 😀 alhamdulillah!! samir mi ha fatto piacere la tua risposta, certo non eri tenuto ma l'hai fatto, e ti ringrazio.. ad ogni modo concordo anche io, son la prima peccatrice ma 3a Allah i hdi u i ghfer lma khlaq! ovviamente non fai i conti con me, ma postando una cosa pubblica avevo la possibilità di commentare, e l'ho fatto.. tutto qui.. ogniuno pagherà per se stesso, non per gli altri e lo sappiamo bene, io ho detto quello in cui credo.. cmq è un hadith quello secondo il quale un rapporto sessuale tra gay fa tremare il trono di Dio.. sappiamo tutti che lui è l'Onnipotente, non si può nulla contro e nessuno pretende che crolli, ma questo è un hadith.. appena lo trovo ve lo posto incha'Allah.. (cmq scusate ma con i programmi che mi ritrovo alcuni commenti non li vedo subito :S ).. fi Amani llah

  • non giudico la persona di samir, non lo conosco.. la perversione che ho visto è quella giustificata dal racconto del suo sogno erotico paragonato a un film porno gay.. penso di parlare con la stessa persona che mi ha risposto in un altro articolo, quindi avrai capito che non sono contro i gay ma ricordo che è peccato andare a letto tra individui dello stesso sesso..
    ho 19 anni e forse il "contro natura" è un po' vecchiotta come espressione, ma chiarisce il tutto: il sesso ha duplice scopo, contemporaneo (e mi ripeto) di piacere e di procreazione.. contro natura per quanto riguarda il secondo punto; ma non sto parlando con gente comune, parlo con fratelli musulmani quindi la mia è una posizione scelta da una religione che me la consiglia.. ripeto: la vita è così breve, perchè commettere peccati del genere quando si potrebbe aspirare ad un aldilà migliore? perchè questo è un peccato, e non lo dico io ma chi noi tutti veneriamo.. fi amani llah fratello

  • Salam.. sono musulmana, ma etero.. e a dir la verità quel che leggo mi piace relativamente poco, o per niente.. sono anche io marocchina, dunque ho una mentalità abbastanza aperta, ma sono anche fedele alla mia religione.. vi rispetto, indubbiamente, come individui e non vi giudico per gli interessi sessuali che (non potete contraddirlo) sono contro natura.. è per questo che la mia più grande stima va ai gay che si astengono da atti del genere.. solo i tuoi pensieri, troppo forti, sono raccapriccianti.. puoi pensare ad un bacio o qualcosa di romantico, ma una visione della vita come se fosse un film porno è raccapricciante.. l'Islam ci insegna il rispetto e la tolleranza reciproca, ma un rapporto omosessuale sai che fa tremare il trono di Allah? è così che ti definisci musulmano? commettendo uno dei più gravi peccati? Alhamdulillah sono etero, e non voglio neppure immaginare ciò che hai passato, ma per definirti musulmano devi impegnarti di più.. il consiglio degli shuyukh è quello di digiunare.. sum, a khoya, soum.. inoltre non definirei i marocchini bisex, so che tra i giovani c'era quest'usanza ma la realtà è che vogliono dar sfogo ai loro istinti sessuali, 7aram anche quello, ma non è perversione mentale.. spero di non essere sembrata integralista, omofoba o altro, ma questo è..

    • Najwa, innanzitutto ti ringrazio per aver lasciato un commento, significa che hai letto con attenzione e hai una volontà di dialogare – e questo è sempre positivo e da custodire come un tesoro.
      Non voglio dire molto, se non invitarti a leggere i diversi articoli del nostro progetto MOI Musulmani Omosessuali in Italia, dove discutiamo più dettagliatamente i motivi per i quali riteniamo che omosessualità e Islam siano assolutamente conciliabili.
      Vorrei anche chiederti di spiegarci cosa intendi dire affermando che gli interessi sessuali per persone del proprio stesso sesso siano "contro natura" (è una formula talmente vecchia e smentita da non significare più nulla).
      Soprattutto vorrei dire che ho avuto la grande fortuna ed il grandissimo onore di conoscere Samir abbastanza da poter dire che nulla in lui è raccapricciante. Sono certo che, dal momento che dimostri comunque voglia di confrontarti e di capire, la penseresti come me se solo lo conoscessi…

    • cara najwa si non ti ho risposto solo perche non ho letto i tue commenti comunque mi scuso ,allora come sai ho raccontato solo la mia vita omosessuale in un divertente biografia giustamente l'hai trovata un po raccapreccianti e rispetto il tuo giudizio ero gia pronto per questo pero ora ti racconto forse in quale ambiente e che vita ho avuto da piccolo per farti capire che dove si naque po giocare un ruolo molto importante nella vita di una persona ,un padre alcolista mai presente solo quando si tratta di picchiare mia madre perche non poteva rovinarlo la sua seduta con le sue lamentele e una vita travagliata fra mia madre e mia nonna senza darmi attenzione e passando la maggiore mio tempo nella strada giocando con i mei coetani per essere una preda facile per le uomini o perragazzi pedofili solo perche ero molto carino e l'unica colpa che avevo per la mia tenera eta, forse uomini che erano a pregare prima dio e poi divertire con me alla fine po essere. non pretendevo niente ma solo un po di potezione ma nessuno mi lo dava ma a volte mi alzavo la mia testa al cielo e pregavo dio si questa sera non fa turnare mio padre ubriaco a casa altrimenti saranno botte per mia madre ma come sempre nessun risposta e poi ho sentito dire che ogni uno di noi ha il suo destino scritto allora mi sono rassegnato ho ho continuato a credere nel mio destino ma non solo quando mi convieni o pure quando mi fa comodo ma credevo ciecamente che tutto quello che faro da ora in poi sara gia scritto .non ho scelto di essere un gay o perche mi piacciono le uomini o perche continuo a pensare d'essere in un film porno ma la mente fa brutti scherzi anche quando si prega a volte si po distrare e tu lo sai ,mohamed 3alayhi salato wa salam ha detto alla fine quando ha complitato tutto siete uscite dalla guerra piu piccola a quella piu grande e l'hanno chiesto e quale? ha risposto la guerra dell'anima so benissimo d'essere un peccatore ma continuo a credere nella miserecordia di dio ho tanti peccati ma questo non vole dire che sono l'incarnazione del diavolo e credemi che allah e cosi grande e potente che nessuno della sua creatura po tremare il suo trono altrimenti era gia distrutto per i peccati che si fa tutti i giorni forse era un modo per ingrandire il peccato ma sai najwa in tutto questo non ho scelto niente avrai preferito nascere etero come te forse era un peso di meno per un ragazzo che ha visto di tutti i colori e forse avre reso la mia vita meno complicato ma solo che non sono santo e dio perdona tutto il giorno che avro al hidaya alla fine ti dico una cosa forse non dovevo risponderti perche faccio i conti solo con il dio ma non con la sua creatura e alla fine ricordati che gesu 3alyhi assalm hadetto che non ha peccati scaglia la prima pietra .salamo 3alaikoum

  • Qualcosa mi dice che non sei andato a fare il volontario della Croce Rossa, Samir… :))

    Aspetto il seguito (ma l'amico albanese alla fine ha fatto pace con le ombre della superstizione religiosa o continua a scopare di notte e pentirsi di giorno?).

    • purtroppo non lo frequentavo piu ma di quello che ho saputo che sia scatenato e non lo fregava piu niente degli ombre mi lo conferma sapre i numeri dei fidanzati che ha avuto dopo tramite il piruviano

  • grazie Samir, aspettiamo il seguito ……………. io sono Italiano e quello che scrivi in qualche modo mi fa pensare a tutti i mie conoscenti, attualmente ho un fidanzato/amico arabo…. ma rapporto molto aperto………..aspettiamo il seguito e non ti preoccupare nessun giudizio …..l'esperienze sono ricchezza

  • Ciao samir,
    Mi chiamo Lyas e sono Algerino 🙂 visto che ci sarà una seconda parte del diario mi fermo qui a dirti solamente che non vedo l'ora di leggere il seguito della storia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *