Centro America, l’omofobia uccide: tre gay assassinati

L'Honduras ha il tasso di omicidi più alto del mondo

Lo cercavano da giorni e alla fine lo hanno trovato morto: René Martínez, noto attivista gay in Honduras, è stato strangolato. Le ragioni dell’omicidio non sono ancora chiare, ma il movimento LGBTQI del paese dell’America centrale chiede giustizia [La Prensa]. Intanto in Giamaica uomini armati di pistole hanno preso d’assalto una casa, uccidendo il proprietario e quello che i vicini hanno identificato come il suo compagno: il cronista di The Gleaner registra nel quartiere una forte “mancanza di simpatia” per le due vittime, a causa della loro diversità sessuale.

Come denuncia Kimberley Engels su Antillean, “questi atti di violenza non accadono nel vuoto e non sono il risultato di azioni solitarie: sono i prodotti previsti di un clima politico e sociale che denigra l’identità sessuale”. Un clima confermato dallo scrittore giamaicano Marlon James, che ha raccontato di aver subito un esorcismo che avrebbe dovuto “guarirlo” dalla propria omosessualità [Independent].

 

Pier
©2016 Il Grande Colibrì

 

Scritto da
More from Pier

Gay in Africa: violenze in Senegal, speranze in Marocco

Sono uno di fronte all’altro, eppure sono rispettivamente il paese più tollerante...
Leggi di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *