#7giorniLGBT – Notizie LGBT dal 25 aprile al 1° maggio

coming out di janelle monae su rolling stone
Il oming out di Janelle Monáe su Rolling Stone

La foto della settimana – La cantautrice afroamericana Janelle Monáe ha fatto coming out in un’intervista a Rolling Stone, dove ha anche spiegato cosa significa essere una donna queer e nera negli Stati Uniti di oggi.

La frase della settimana – Promise Amadi racconta cosa ha significato interpretare il personaggio di ragazzo un gay in “Men in Love”, il più famoso film di Nollywood (l’industria cinematografica nigeriana) a parlare di omosessualità.

Personalmente penso che Nollywood dovrebbe impegnarsi a realizzare più film che rispecchino le reali esperienze dei gay in Nigeria perché, che piaccia o no, ci sono davvero gay in Nigeria.

7giorniLGBT: Africa

Depenalizzazione. Per alcuni presidenti africani l’omosessualità non è un problema, per altri invece non è neppure un argomento di cui discutere: le parole di Theresa May continuano a creare dibattito nel continente.

Camerun. Cinque attivisti per i diritti delle minoranze sessuali e per la lotta all’HIV dell’organizzazione Avenir Jeune de l’Ouest (Futuro giovane dell’ovest) sono stati arrestati perché sospettati di essere omosessuali.

7giorniLGBT: Asia e Oceania

Thailandia. Una proposta di legge, che ha buone possibilità di successo, dovrebbe introdurre le unioni civili per le coppie dello stesso sesso. Per i proponenti si tratta comunque solo di un primo passo: l’obiettivo è il matrimonio.

Indonesia. I fumetti a tematica gay scoperti dal servizio postale saranno distrutti: ecco l’ultima novità dell’ondata di omofobia che sta investendo il paese con la maggiore popolazione musulmana al mondo.

7giorniLGBT: Europa

Russia. Un sito web raccoglie foto e informazioni personali di presunti omosessuali, incoraggiando poi gli utenti a trovarli per torturarli. Si può chiedere la cancellazione dal database solo pagando gli amministratori.

Regno Unito. Il presidente statunitense Donald Trump visiterà Londra a luglio, ma ad accoglierlo troverà molte manifestazioni di protesta: la più originale potrebbe essere una marcia di drag queen contro la sua omofobia.

7giorniLGBT: Americhe

Stati Uniti. Ormai anche la maggioranza dei musulmani è a favore dei matrimoni gay. Gli unici gruppi religiosi che continuano a opporsi maggioritariamente sono evangelisti bianchi, mormoni e testimoni di Geova.

Stati Uniti. Le Hawaii sono diventate il dodicesimo stato degli USA a proibire per legge di sottoporre i minori alle “terapie riparative”, forme di tortura psicologica che promettono di “guarire” l’omosessualità.

7giorniLGBT: Italia

Milano. Luca Paladini, fondatore del gruppo antifascista e LGBTQIA-friendly Sentinelli in Piedi, è al centro di una campagna di insulti e minacce su Facebook: è stata addirittura aperta una pagina fake contro di lui.

Omogenitorialità. La sindaca di Torino, Chiara Appendino (MoVimento 5 Stelle), ha fatto scuola: ora anche Gabicce, Roma e Catania trascrivono i certificati di nascita stranieri di figli di coppie omosessuali.

7 giorniLGBT: Medio Oriente e Africa settentrionale

Tunisia. Il movimento LGBTQIA si spacca: le principali organizzazioni per i diritti delle minoranze sessuali hanno lanciato gravi accuse (dall’outing alle molestie sessuali) a Shams (Sole), l’associazione più nota del paese.

Senegal. Con il suo ultimo coraggioso romanzo, “De purs hommes” (Uomini puri), il giovane scrittore Mbougar Sarr denuncia l’omofobia violenta provocata dal fondamentalismo islamico nel paese africano.

Gli approfondimenti della settimana

Commonwealth. Le scuse della premier britannica Theresa May per le leggi anti-omosessuali diffuse dall’impero in tutto il mondo sono insufficienti e tardive: la bocciatura di Frankie Edozien è totale.

Francia. Un villaggio bucolico della Camargue è diventato il Principato di Aigues-Mortes: nella monarchia, frutto di spirito goliardico, la coppia reale è costituita dalla principessa trans Olivia-Eugénie e da suo marito.

Pier Cesare Notaro
©2018 Il Grande Colibrì

More from Pier Cesare Notaro

“Fate la pace o ci spogliamo”: le trans salvano Delhi

“Gli indù dovrebbe capire qual è la realtà: le minoranze in India...
Leggi di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *