#7giorniLGBT – Notizie LGBT dal 14 al 24 aprile

lesbiche cinesi sfidano censura e omofobia
Una delle foto contro la censura omofoba su Weibo

La foto della settimana – “Io sono gay” è il nuovo hashtag che sta spopolando sul network cinese Weibo: la censura l’ha prima ripulito da “contenuti omosessuali“, ma poi è stata revocata dopo le proteste degli utenti.

La frase della settimanaTheresa May, in una riunione con i capi di governo del Commonwealth, ha espresso il suo rincrescimento per le leggi contro i gay che puniscono l’omosessualità in 37 delle 53 nazioni che ne fanno parte.

In tutto il mondo leggi discriminatorie di molti anni fa criminalizzano le relazioni omosessuali e non proteggono le donne. Queste leggi sono state spesso messe in atto dal mio paese, ma erano e restano sbagliate.

7giorniLGBT: Africa

Uganda. Il presidente ugandese Yoweri Museveni ha condannato i cittadini che praticano sesso orale. In un incontro pubblico ha detto: “La bocca deve essere usata per mangiare e non per fare sesso”.

Zimbabwe. Ventiquattrenne arrestato mentre, in compagnia di un amico, urinava ad un angolo. Accusato di aver fatto sesso omosessuale, ha negato tutto, ma è stato picchiato, insultato e detenuto per due giorni.

7 giorniLGBT: Medio Oriente e Africa settentrionale

Paesi arabi. La fondazione AFE e Human Rights Watch hanno realizzato “No Longer Alone” (Mai più soli), un video girato dagli attivisti LGBTQIA arabi affinché tutti si possano sentire parte di una comunità.

Egitto. Il dipartimento investigazioni criminali ha arrestato due presunti omosessuali accusati di aver incitato all’immoralità su Twitter. Secondo la polizia, i due avrebbero confessato a un agente sotto copertura.

7giorniLGBT: Asia e Oceania

Pakistan. Aperta a Lahore la prima scuola per transgender, passo rivoluzionario per la comunità LGBTQIA. Durante l’inaugurazione si sono svolti vari spettacoli. La scuola impartirà anche formazione tecnica.

India. Ad Agra, due ragazze lesbiche appartenenti a due caste diverse (una dalit e l’altra bramina) si sono sposate, nonostante il matrimonio tra due persone dello stesso sesso non sia legale nel paese.

7giorniLGBT: Americhe

Giamaica. Il primo ministro Andrew Holness annuncia, al contrario del suo predecessore Golding, la sua apertura alla presenza di persone omosessuali nel suo esecutivo: “La cultura si sta evolvendo“.

Stati Uniti. La confraternita Theta Tau dell’università privata di Syracuse, nello stato di New York, è stata sospesa dopo che sono circolati video pieni di offese e abusi di stampo omofobo, razzista e antisemita.

7giorniLGBT: Italia

Torino. Grazie alla decisione della sindaca grillina Chiara Appendino, l’anagrafe ha iniziato a registrare i bambini torinesi, anche nati all’estero, delle coppie omogenitoriali come figli di entrambi i genitori.

Roma. Una coppia di ragazzi gay è stata aggredita da un gruppo di sconosciuti. Imma Battaglia cerca di smuovere la sindaca Raggi con una dichiarazione che denuncia l’omofobia presente ancora oggi in Italia.

7giorniLGBT: Europa

Romania. Manifestazione con un milione di partecipanti e referendum a maggio per cambiare la costituzione: così il partito di governo PSD vuole che il paese diventi un luogo inospitale per le coppie omosessuali.

Russia. Ai mondiali di calcio sarà allestita una Pride House, malgrado il paese abbia una legislazione che vieta la propaganda gay. La struttura sarà a San Pietroburgo, ma i dettagli non sono ancora noti.

Gli approfondimenti della settimana

Stati Uniti. Una ricerca negli USA svela una brutta verità: ritenuti all’avanguardia per i diritti, hanno in realtà elevati tassi di suicidio, violenza, disoccupazione e discriminazione per la minoranza transgender.

Tonga. La comunità transgender delle “leiti” sta iniziando una lotta per la propria visibilità che, si spera, porterà alla concessione di maggiori diritti e alla depenalizzazione della “sodomia” e del travestitismo.

Jessica, MicheleNicholas e Thuban
©2018 Il Grande Colibrì

Scritto da
More from redazione

Fondi per la Tunisia LGBT, l’impegno di Fondo Samaria

La Tunisia è una piccola repubblica di 10 milioni di abitanti, che...
Leggi di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *