La destra e i matrimoni gay: divisioni, suicidi e bugie

366 voti a favore, 161 contro: con una netta maggioranza la Camera dei comuni del Regno Unito  ha approvato, in attesa della Camera dei lord, la legge che estende la possibilità di sposarsi anche alle coppie dello stesso sesso. Si è così realizzato l’esito voluto dal premier David Cameron, il quale però ha ben poco da festeggiare: mentre i sondaggi segnano il suo personale crollo costante, la proposta sui matrimoni gay è passata solo grazie al massiccio sostegno dell’opposizione laburista, mentre ben oltre un terzo dei parlamentari conservatori ha espresso voto contrario, un po’ per convinzione, un po’ per rivoltarsi contro un leader sempre più incapace di governare il partito e il paese (The Telegraph).

La legge sui matrimoni, d’altra parte, ha trovato la ferma opposizione di tutti i principali leader religiosi, tra i quali anche le decine di imam che hanno firmato una lettera aperta al Telegraph: “Il matrimonio è un contratto sacro tra un uomo e una donna e non può essere ridefinito. Crediamo che il matrimonio tra un uomo e una donna sia il fondamento della vita familiare e l’unica istituzione all’interno della quale allevare i bambini” scrivono questi esponenti musulmani, che temono soprattutto di essere “derubati del diritto di crescere i figli secondo le proprie convinzioni“, cioè, anche se non lo dicono esplicitamente, secondo gli stereotipi omofobici. Probabilmente il loro modello ideale è quello australiano , dove gay e lesbiche di origini arabe si sposano tra loro per costruire una finta famiglia eterosessuale e sfuggire ai pregiudizi… (SBS)

Resta il fatto che l’opposizione più dura e pericolosa è sempre stata quella della destra, che ha il volto sia dell’omofobo Partito per l’indipendenza del Regno Unito (UKIP), forse addirittura in procinto di superare in consensi i tories, sia di molti esponenti conservatori, come lord Norman Tebbit, ex presidente del partito, che profetizza angosciato un futuro in cui una regina lesbica sposerà un’altra donna e genererà un erede al trono tramite l’inseminazione artificiale (Big Issue).

Intanto ieri a Parigi Dominique Venner, saggista di estrema destra, omofobo ed islamofobo, con un passato in un’organizzazione terroristica nazionalista, ha scritto sul proprio blog le proprie ultime parole d’odio contro il matrimonio omosessuale, da poco diventato ufficialmente legge in Francia : “Ci vorranno sicuramente gesti nuovi, spettacolari e simbolici per smuovere i sonnolenti, per scuotere le coscienze anestetizzate e risvegliare la memoria delle nostre origini. Stiamo entrando in un tempo in cui le parole devono essere autenticate dalle azioni“. Poi è andato nella cattedrale di Notre Dame e si è sparato un colpo di pistola in bocca, suicidandosi (Europe 1).

Marine Le Pen, leader del neofascista Fronte Nazionale, pur gradendo assai il senso dell’estremo gesto contro il matrimonio egualitario, ha comunque preferito non seguire l’apprezzatissimo esempio e si è limitata a pubblicare un’entusiastica lode su Twitter: “Tutto il nostro rispetto a Dominique Venner, il cui ultimo gesto, eminentemente politico, sarà stato tentare di risvegliare il popolo della Francia“. Da buon avvoltoio, Le Pen banchetta già con le carni ancora calde del cadavere di Venner, felice che le proprie posizioni d’odio (“Abolirei la legge sul matrimonio omosessuale, ho dato la mia parola“; France5) potranno essere nobilitate dal suicidio di uno scrittore per nulla presentabile dal punto di vista democratico e, evidentemente, poco equilibrato dal punto di vista psicologico.

Intanto, mentre l’estrema destra dimostra di tenere fede alla propria omofobia fino alla morte (meglio se altrui), la destra vagamente moderata dell’Unione per il movimento popolare (UMP) tentenna e si spacca, proprio come i conservatori dall’altra sponda della Manica. Il presidente del partito, Jean-François Copé, ha annunciato in un’intervista a Le Monde la volontà della destra di riscrivere la legge una volta tornata al governo, mentre il deputato Guillaume Peltier vorrebbe un’abrogazione completa, anche ricorrendo ad un referendum (RFI). Il suo collega Franck Riester, sul proprio blog, scrive invece che queste promesse sono solo menzogne e che è tempo di riconoscere che il matrimonio omosessuale non distrugge, ma anzi rafforza la famiglia e la società.

Nel frattempo, Nathalie Kosciusko-Morizet, altra deputata dell’UMP e candidata alle primarie parigine, rischia di pagare amaramente la propria astensione durante il voto sulle nozze gay e le proprie posizioni vicine a quelle di Riester (BFMTV): i big della destra vogliono vendicarsi e stanno appoggiando sempre più esplicitamente Pierre-Yves Bournazel e Jean-François Legaret, suoi avversari (“più chiari” nel difendere la “famiglia tradizionale”) nella corsa per la poltrona di sindaco della capitale francese.

Le cose non vanno molto meglio per la destra del Portogallo , paese che ha riconosciuto i matrimoni tra persone dello stesso sesso nel 2010 e dove il 17 maggio, in occasione della Giornata internazionale contro l’omofobia, il Parlamento ha votato alcune proposte sulle adozioni: sebbene le coppie omosessuali non potranno godere del diritto pieno ad adottare, una risicata maggioranza trasversale ha approvato la norma che consentirà a gay e lesbiche di adottare i figli del coniuge. Nel voto i socialdemocratici del PSD e i popolari del PP, le due formazioni di centro-destra al governo, si sono espressi in ordine sparso. Nessuna sorpresa, però: il PSD, prevedendo la spaccatura e cercando di non renderla troppo drammatica, aveva infatti saggiamente preferito dare libertà di voto ai propri parlamentari (Esquerda).

 

Pier
Copyright©2013ilgrandecolibri.com
segui MOI Musulmani Omosessuali in Italia

RASSEGNA STAMPA
Cronaca. Calcio, Diamanti insulta Borriello durante la partita: “Frocio di merda!”. Poi si scusa.
Cultura. I moti di Stonewall diventeranno un fumetto grazie al contributo dei futuri lettori.
Islam. Dubai, la drag queen venuta dagli USA per esibirsi deve rinunciare a fare la drag queen.
Mondo. Sondaggio: la maggioranza della popolazione di Trinidad accetta l’omosessualità.
Movimento. Cina, diciannovenne arrestato dopo una manifestazione LGBT non autorizzata.
Politica. Sicilia, Crocetta promette il reddito minimo per tutte le coppie, anche omosessuali.
Sessualità. HIV in aumento nelle tribù native americane dei Navajo: è colpa della povertà.

Scritto da
More from Pier

Glossari LGBT: la furia autoritaria degli incasellatori

Conoscere il nome dei propri carcerieri e saperne descrivere la fisionomia può...
Leggi di più

9 commenti

  • Magari toccasse a me
    prendermi cura dei giorni tuoi
    svegliarti con un caffè
    e dirti che non invecchi mai…sciogliere i nodi dentro di te

    Magari toccasse a me
    un po' di quella felicità… magarisaprò aspettare te
    domani e poi domani e poi… domani
    Io come un'ombra ti seguirò
    la tenerezza è un talento mio
    non ti deluderò la giusta distanza io
    sarò come tu mi vuoi

  • Per me è sbagliata sti idea. Non va mischiata l'idea politica, la religione che si professa con la mente della gente. Questo mi fa molto innorvosire. Conosco tanta gente di sinistra omofobica e pochissime di estrema destra. Per cui ho io ho incontrato le minoranze o i media danno dei precocetti. Avendo studiato tali argomenti, l'ipotesi più vera è la seconda. C'è gente omofobica a sinistra a destra, atea, cattolica, mussulmana, ebrea ecc., quando si danno ste notizie bidognerebbe dire: "È morto un uomo contrario al approvazione delle unioni civili omosessuali, appartente alla classe politica francese." Io sono "antisinistra" ma di certo non associo alla sinistra difetti dei singoli umani. In chiesa, mi hanno urlato "lesbica" e il parroco mi ha difeso. Una ragazza che conoscl voleva abortire e il parroco la sostenuta. La gente deve smettere di credere ai mass media e credere a ciò che vive in prima persona.

    • Cara Ely, hai ragione. Perché scrivere che si è trattato di un suicidio politico di un uomo orgogliosamente di destra che in questo modo voleva dare la massima visibilità alle proprie idee di destra e che ha ricevuto l'applauso della destra? E' solo la propaganda dei media (tutti comunisti, ovviamente).
      Tuttavia, non sono tanto d'accordo sulla tua riformulazione della notizia, che mi sembra ancora risentire di un forte influsso ideologico. Io la prossima volta la riscriverei così: "Per qualche motivo, un essere (ex) vivente ha fatto qualcosa in un posto". In questo modo, evitiamo di cadere nella trappola della propaganda dei media che ci vorrebbero indurre a pensare qualcosa a proposito dei morti, degli uomini, degli omofobi, dei politici e dei francesi.
      Grazie del tuo importante contributo e salutami calorosamente i tuoi amici LGBTQ*-friendly di estrema destra, il Duce del tuo mondo parallelo e il suo migliore amico, che ovviamente sarà omosessuale, nero ed ebreo.

    • A scuola ho studiato la creazipne delle informazioni dei mass media. Vivo e come sarò sempre contraria a certe notizie date in un certo modo.

    • La dis-informazione mediatica è un problema serio, usarlo in casi come questo dove non è stata affatto fatta disinformazione, ma secondo te un'informazione eccessiva, è fuori luogo e capzioso.
      Sarebbe anche interessante sapere quale scuola hai frequentato, ma temo la risposta…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *