#Lesbomadario. Arresti in Cina e omicidio in Africa

Le notizie di questa settimana:
Cina – Diritti per donne e LGBT? Arrestate
Swaziland – Lesbica uccisa a colpi d’ascia
USA – Donna nera guida associazione LGBT
Musica – Nuove canzoni sugli amori tra donne
Moda – Aiuto, ora lo stile butch fa tendenza!

Cina – Diritti per donne e LGBT? Arrestate. Cinque attiviste femministe e lesbiche sono in prigione per motivi poco chiari. Da tutto il mondo arrivano attestati di solidarietà e proposte di boicottaggio.

Come ipotizza [la giornalista femminista] Zhao, probabilmente nel governo è cresciuta la diffidenza nei confronti di un movimento di mobilitazione civica che, a partire dal 2010, è diventato sempre più forte e visibile: “Il partito-stato non vede di buon’occhio nessuna organizzazione o persona socialmente attiva, per questo noi femministe inevitabilmente diventiamo un bersaglio degli organi governativi che hanno come priorità le misure per ‘mantenere la stabilità’“. [ilgrandecolibri.com]

Swaziland – Lesbica uccisa a colpi d’ascia. Kaylo Glover, 26 anni, è stata assassinata da un uomo che l’aveva vista entrare in un locale insieme alla sua fidanzata: lui non voleva lesbiche intorno a sé.

Non sappiamo cosa fare con questi omicidi: sono così inquietanti e spaventosi. Nello Swaziland ci sono soprattutto strutture familiari tradizionali, con famiglie estese caratterizzate da una serie di forti tradizioni e norme. E’ molto difficile parlare del fatto di essere lesbiche, gay o transgender e spesso si viene zittiti. E’ il solito silenzio del tipo: ‘Sappiamo che esistete, evitate semplicemente di far rumore su questo fatto’” dice Sane Mshengu, direttrice della [associazione per i diritti umani] Rock of Hope. [thoughtleader.co.za]

USA – Donna nera guida associazione LGBT. Il Victory Fund and Institute, importante comitato di raccolta fondi negli Stati Uniti, per la prima volta ha scelto una presidentessa donna e afro-americana.

Credo di essere la manifestazione della lungimiranza dell’organizzazione – ha detto [la neo-presidentessa Moodie-Mills] – Mi ha colpito come questo gruppo non molto eterogeneo (c’è solo una manciata di donne e tutti sono bianchi, quindi non è un gruppo molto eterogeneo) sia arrivato alla conclusione di aver bisogno di qualcosa di diverso, di aver bisogno di una prospettiva più lunga, di un piano ventennale, e che questo piano ventennale deve raggiungere persone che non sono mai state raggiunte prima“. [buzzfeed.com]

Musica – Nuove canzoni sugli amori tra donne. Negli Stati Uniti le lesbiche diventano protagoniste in tutti i generi musicali, anche quelli più tradizionalisti come il country e il “liscio” messicano.

E’ però soprattutto Broadway, la strada di New York che è la capitale mondiale del musical, a segnare l’evoluzione dei tempi: il 19 aprile debutterà allo Square Theatre “Fun Home” (gioco di parole tra “camera ardente” e “divertimento”), primo musical con una protagonista lesbica. Lo spettacolo è incentrato sulla vita di Alison e sul suo rapporto con il padre, Bruce, un omosessuale che gestisce un’agenzia di pompe funebri. Michael Cerveris, uno degli interpreti del musical, non prevede problemi. [ilgrandecolibri.com]

Moda – Aiuto, ora lo stile butch fa tendenza! L’abbigliamento unisex e mascolino conquista le passerelle e viene adottato anche dalle donne etero. Con qualche piccolo problema per le lesbiche?

Quello che prima era uno stile queer è diventato generalista: le donne eterosessuali se ne sono appropriate al punto che ormai è impossibile capire l’orientamento sessuale di una donna dal suo modo di vestirsi. Ovviamente va bene, non voglio dire alle donne eterosessuali di vestirsi da eterosessuali e viceversa, ma ci sarà senza dubbio un impatto sulle donne gay. Quello che era un codice lesbico oggi è una semplice moda. […] Ho nostalgia dell’esclusività di quello che indossavamo. [theguardian.com]

Scritto da
More from Michele

Gay, infedeltà e coppie aperte: non c’è due senza tre?

Uno degli argomenti preferiti di coloro che si oppongono alla parità dei...
Leggi di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *