mercoledì 20 agosto 2014

Sensazionalismo gay: il primo Pride non si ricorda mai

Pierre-Selim (CC) - Condividi su: Facebook - Twitter - Seguici su: Facebook - Twitter
Iscriviti ai feed - Scrivici a mail@ilgrandecolibri.com
L'articolo del Corriere della Sera
Leggi tutte gli articoli di cronaca
"A Entebbe, in Uganda, si è svolto il primo gay pride. Non è solo la prima manifestazione dell'orgoglio omosessuale nella storia del Paese africano, ma anche il primo evento di questo tipo dopo l'annullamento da parte della Corte costituzionale della legge anti-omosessuali. Una legge che era considerata una tra le più repressive al mondo: per i gay era previsto il carcere a vita". Questo è (tutto) quello che ha scritto corriere.it. Il primo Pride in Uganda: la notizia, succulenta, è stata ampiamente ripresa da tantissimi giornali e da innumerevoli siti LGBT (lesbiche, gay, bisessuali e transgender), che avrebbero però potuto facilmente verificare nei propri stessi archivi come avessero dato notizia di altri Pride sempre in Uganda già l'anno scorso e anche l'anno prima ancora.

venerdì 15 agosto 2014

Uganda, omofobi divisi sul futuro della legge anti-gay

Rebecca Kadaga - Condividi su: Facebook - Twitter - Seguici su: Facebook - Twitter
Iscriviti ai feed - Scrivici a mail@ilgrandecolibri.com
Tutte le notizie LGBT dall'Uganda
Leggi anche le notizie
da più di 120 paesi
La notizia del rigetto, da parte della corte costituzionale, della legge anti-gay approvata in Uganda lo scorso febbraio (ilgrandecolibri.com) avrà probabilmente poco impatto per le persone LGBT del paese, dato che i motori per approvarne una nuova, con cambiamenti probabilmente poco significativi, si stanno già scaldando. Ma intanto sta avvenendo qualcosa di paradossale. A fronte delle dichiarazioni della presidente del parlamento Rebecca Kadaga (nella foto) che in un'intervista a Red Pepper (redpepper.com) ha spiegato che la bocciatura dei giudici è legata a fattori tecnici e ha annunciato la prossima riproposizione della legge perché ci sono già le firme necessarie da parte di un consistente numero di deputati, lo stesso tabloid denuncia un complotto omosessuale: i gay dichiarano di avere in pugno il parlamento e promettono di volerne uccidere la presidente (76crimes.com).

mercoledì 13 agosto 2014

Omogenitorialità: così i gay diventano buoni genitori

Kurt Löwenstein Education Center (CC) - Condividi su: Facebook - Twitter - Seguici su: Facebook - Twitter
Iscriviti ai feed - Scrivici a mail@ilgrandecolibri.com
La copertina del libro
Leggi tutte le notizie di cultura
Tempesta Editore ha dato alle stampe il bel libro di Sara Kay "Genitori GAY - Good As You" (172 pp. 15 €), una raccolta di brevi saggi e interventi di esperti che, adottando il punto di vista della propria disciplina (giurisprudenza, psicologia, antropologia, sociologia, pedagogia...), interpretano il fenomeno sempre più importante dell'omogenitorialità (ilgrandecolibri.com). Il grande colibrì pubblica qui sotto l'intervento di Federico Ferrari, psicologo e psicoterapeuta sistemico-relazionale tra i maggiori esperti di identità sessuale e di famiglie omogenitoriali in Italia. Con lui abbiamo già discusso in passato di terapie riparative, in occasione dell'uscita del libro "Guarire i gay?" (Raffaello Cortina, 266 pp., 24 €) di cui è co-autore insieme a Paolo Rigliano e Jimmy Ciliberto (ilgrandecolibri.com), e dei danni psicologici che la diffusione dei video delle torture omofobiche in Russia poteva causare alle vittime (ilgrandecolibri.com).

venerdì 8 agosto 2014

"Genitori GAY - Good As You": un libro di Sara Kay

Bob Whitehead (CC) - Condividi su: Facebook - Twitter - Seguici su: Facebook - Twitter
Iscriviti ai feed - Scrivici a mail@ilgrandecolibri.com
La copertina del libro
Leggi tutte le notizie di cultura
"Il filosofo  José Ortega y Gasset ha detto: 'Riflettere è considerevolmente laborioso, ecco perché molta gente preferisce giudicare'. Sono d'accordo e ho deciso di scrivere questo libro, forse con un po' di presunzione, per smuovere le coscienze. Ho cercato di farlo nel modo più neutro possibile, riportando studi, numeri ed esperienze di vita" spiega Sara Kay a Il grande colibrì. Ma questa è solo una parte della verità, perché "Genitori GAY - Good As You" (Tempesta Editore, 175 pp., 15€) non è solo un libro che racconta il fenomeno dell'omogenitorialità che, tra mille entusiasmi e pregiudizi, sta iniziando ad avere un'attenzione sempre maggiore e, per questo, a suscitare una ricerca di risposte sempre più forte. "Genitori GAY" è soprattutto una ricerca di informazioni e di certezze fatta per amore di una donna, di un rapporto e, chissà, di una bambina o di un bambino che potrebbe nascere in futuro...