venerdì 31 ottobre 2014

"Fate la pace o ci spogliamo": le trans salvano Delhi

Condividi su: Facebook - Twitter - Seguici su: Facebook - Twitter
Iscriviti ai feed - Scrivici a mail@ilgrandecolibri.com
Tutte le notizie LGBT dall’India
Leggi anche le notizie
da più di 120 paesi
"Gli indù dovrebbe capire qual è la realtà: le minoranze in India hanno una natura terroristica. Dovremmo sterilizzare le minoranze per salvare l'India" scrive un commentatore, facendosi portavoce delle idee razziste del nazionalismo induista, rafforzate recentemente dall'avvento alla presidenza di Narendra Modi, leader del Bharatiya Janata Party (BJP; Partito del Popolo Indiano) che rimane ambiguo sul rispetto dei diritti delle minoranze tanto religiose quanto sessuali (ilgrandecolibri.com). Il gruppo guardato con più sospetto e vittima di più frequenti violenze è quello dei musulmani. Ad esempio a Trilokpuri, quartiere residenziale povero e multiconfessionale a est di Delhi, le tensioni erano in crescita da giorni: prima sono stati installati idoli induisti davanti alle moschee, poi gruppi di giovani hanno iniziato a disturbare le preghiere islamiche, quindi alcuni negozi sono stati saccheggiati.

mercoledì 29 ottobre 2014

Ex-URSS, chi resiste al vento dell'omofobia di Mosca?

Condividi su: Facebook - Twitter - Seguici su: Facebook - Twitter
Iscriviti ai feed - Scrivici a mail@ilgrandecolibri.com
Tutte le notizie LGBT dalla Russia
Leggi anche le notizie da Azerbaijan,
Kirghizistan, Lettonia, Lituania e Ucraina
Certo non sono paragonabili alla caccia alle streghe contro i gay in alcuni paesi dell'Africa (ilgrandecolibri.com), ma le dichiarazioni dell'attore russo omofobo (ed ex prete ortodosso) Ivan Okhlobystin (nella foto) sull'ebola (alcune vittime del virus si sarebbero trasformate in zombie) e sulle persone omosessuali (che "meriterebbero di essere bruciate vive per il pericolo che rappresentano per i bambini") gli hanno meritato di essere bandito dalla Lettonia (sptimesrussia.com). Sebbene nella repubblica baltica non tutti condividano il divieto d'accesso nel paese per le persone che si esprimono in modo discriminatorio nei confronti di alcune etnie o delle minoranze sessuali ed il paese non abbia ancora norme a favore dei diritti per le persone LGBT (mentre la vicina Estonia ha recentemente legiferato in materia di unioni civili; baltic-review.com), quantomeno esistono un po' di garanzie.

venerdì 24 ottobre 2014

Allarme Ebola, la comunità LGBT deve stare all'erta

Condividi su: Facebook - Twitter - Seguici su: Facebook - Twitter
Iscriviti ai feed - Scrivici a mail@ilgrandecolibri.com
Tutte le notizie LGBT dalla Liberia
Leggi anche le notizie
dagli Stati Uniti
"Da quando i prelati hanno dichiarato che Ebola è una piaga inviata da Dio per punire la sodomia in Liberia, c'è stata un'escalation di violenza contro i gay. Reclamano anche la pena di morte. Viviamo nel terrore" spiega l'attivista gay Leroy Ponpon a reuters.com. Gli omosessuali liberiani subiscono pestaggi, devastazioni e abusi da parte di una popolazione terrorizzata dal virus mortale e aizzata dalle chiese, che descrivono Ebola come una punizione divina contro l'immoralità. A diffondere paura e odio non sono state solo le chiese evangeliche integraliste, protagoniste di tante campagne omofobiche in Africa, ma anche importanti esponenti della solitamente più "prudente" Chiesa cattolica: a maggio, ad esempio, l'arcivescovo di Monrovia Lewis Zeigler ha detto che "una delle principali trasgressioni contro Dio per le quali Egli starebbe punendo la Liberia è l'omosessualità".

giovedì 23 ottobre 2014

Laerte: i fumetti, il transgenderismo, il Brasile alle urne

Condividi su: Facebook - Twitter - Seguici su: Facebook - Twitter
Iscriviti ai feed - Scrivici a mail@ilgrandecolibri.com
Laerte Coutinho
Leggi tutte le notizie di cultura
Laerte Coutinho ha scritto (e disegnato) la storia del fumetto brasiliano dagli anni Ottanta, raccogliendo milioni di fan in tutto il mondo grazie a disegni satirici e strisce ormai leggendarie come "I pirati di Tietê" (adattato anche per il teatro), "Overman" (trasformato in cartoni animati di grande successo) o "I tre amici" (creato in collaborazione con Angeli e Glauco, gli altri due grandi miti del fumetto brasiliano). Nonostante questo, Laerte in Italia non è molto famosa e le sue opere non sono state ancora tradotte in italiano: la conoscono solamente gli appassionati di fumetti più esperti e attenti a quello che succede nel resto del mondo. Ed i lettori del settimanale Internazionale, che qualche settimana fa ha pubblicato la traduzione di un bell'articolo del quotidiano portoghese publico.pt. "Non è così strano che io non sia conosciuta in Italia: nonostante internet, si tratta di mondi diversi" dice Laerte.

martedì 21 ottobre 2014

India, vanno ora in onda baci gay e annunciatrici trans

Condividi su: Facebook - Twitter - Seguici su: Facebook - Twitter
Iscriviti ai feed - Scrivici a mail@ilgrandecolibri.com
Tutte le notizie LGBT dall’India
Leggi anche le notizie
da più di 120 paesi
Grazie all'appoggio della sua famiglia, Gazal Dhaliwal è riuscita a sottoporsi ad un'operazione chirurgica di rettificazione del sesso che l'ha trasformata anche esteriormente nella donna che interiormente è sempre stata. I genitori di Simran Shaikh, invece, hanno sbattuto fuori di casa quel figlio troppo effeminato, condannandolo alla prostituzione per sopravvivere. La famiglia di Deepak Kashyap ha accettato senza grossi problemi l'omosessualità del ragazzo, che comunque ha fatto fatica ad accettarsi. Divya ha sposato il suo migliore amico, ma questo non ha sopito la sua attrazione per le altre donne. Tutte queste storie sono state raccontate personalmente dai loro protagonisti a "Satyamev Jayate", uno dei talk show più impegnati e seguiti in India, condotto dal celebre attore e regista musulmano Aamir Khan, una delle star più importanti di Bollywood (india.com).