venerdì 1 luglio 2016

Omofobia in Russia: perché le vittime temono la polizia

Omofobia in Russia: perché le vittime temono la polizia
Condividi su: Facebook - Twitter - Seguici su: Facebook - Twitter
Iscriviti ai feed - Scrivici a mail@ilgrandecolibri.com
Tutte le notizie LGBT dalla Russia
Leggi anche le notizie
da più di 130 paesi
L'omicidio del giornalista pietroburghese Dmitrij Cilikin, ammesso dallo studente pietroburghese ventunenne Sergej Kosyrev, fan di Breivik e, evidentemente, sostenitore di posizioni di estrema destra [lenta.ru], ci ricorda della violenza verso le persone LGBT (lesbiche, gay, bisessuali e transgender), che spesso rimane impunita a causa della paura delle vittime e dell'omofobia istituzionalizzata, anche all'interno della polizia. Ali Feruz ne ha parlato con degli attivisti per i diritti umani, con delle vittime e con un agente della polizia moscovita.

venerdì 17 giugno 2016

Strage al Pulse: anche in Tunisia #WeStandWithOrlando

Strage al Pulse: anche in Tunisia #WeStandWithOrlando
Condividi su: Facebook - Twitter - Seguici su: Facebook - Twitter
Iscriviti ai feed - Scrivici a mail@ilgrandecolibri.com
Tutte le notizie LGBT dalla Tunisia
Leggi anche le notizie
da più di 130 paesi
Il blog rimane sospeso per l'estate, in attesa di una eventuale riorganizzazione dell'intero progetto (leggi qui).
Saranno pubblicati comunque alcuni contributi legati a Ponte Arcobaleno: la raccolta fondi, infatti, prosegue!

Ancora sotto shock per la sparatoria che ha provocato più morti negli Stati Uniti d'America, la comunità LGBTQI (lesbiche, gay, bisessuali, transgender, queer e intersessuali) in Tunisia ha espresso il proprio sostegno e la propria solidarietà alle vittime dell'azione terroristica omofoba avvenuta a Orlando.

mercoledì 15 giugno 2016

Tunisia: dopo la strage di Orlando, abolite l'omofobia!

Tunisia: dopo la strage di Orlando, abolite l'omofobia!
Condividi su: Facebook - Twitter - Seguici su: Facebook - Twitter
Iscriviti ai feed - Scrivici a mail@ilgrandecolibri.com
Tutte le notizie LGBT dalla Tunisia
Leggi anche le notizie
dagli Stati Uniti
Il blog rimane sospeso per l'estate, in attesa di una eventuale riorganizzazione dell'intero progetto (leggi qui).
Saranno pubblicati comunque alcuni contributi legati a Ponte Arcobaleno: la raccolta fondi, infatti, prosegue!

L'orrendo crimine di Orlando (Florida, Stati Uniti) di domenica scorsa proietta di nuovo una luce cruda sull'islam: è stato infatti un musulmano l'autore di questo attacco armato contro una discoteca gay che ha fatto una cinquantina di morti. Il fatto che non possa essere considerato un vero musulmano o che non rappresenti in nulla la stragrande maggioranza dei musulmani non toglie affatto la responsabilità morale del crimine ai musulmani, o, per meglio dire, alle loro autorità legali.

sabato 11 giugno 2016

Arrivederci. O più probabilmente addio

Eh sì, è il momento in cui dirci arrivederci, o più probabilmente addio. Il progetto IlGrandeColibri.com - Essere LGBT nel mondo sarà sospeso per tutta l'estate (ma la raccolta fondi di Ponte Arcobaleno non si ferma e continueremo a fornire assistenza per tutti i casi di richiedenti asilo LGBTQI) e la prospettiva è quella di una chiusura definitiva a settembre. Purtroppo per me è diventato umanamente insostenibile portare avanti questo sogno evidentemente troppo ambizioso, che richiede troppe forze e risorse. E, d'altra parte, lavorare con serietà, impegno e onestà è l'unico modo di lavorare che conosco.

martedì 7 giugno 2016

Comunali 2016, ecco i risultati delle candidature LGBT

Comunali 2016, ecco i risultati delle candidature LGBT
Condividi su: Facebook - Twitter - Seguici su: Facebook - Twitter
Iscriviti ai feed - Scrivici a mail@ilgrandecolibri.com
Tutte le notizie LGBT dall’Italia
Leggi anche le notizie
da più di 130 paesi
Le elezioni comunali del 5 giugno hanno dato esiti controversi e difficili da valutare anche per gli analisti più esperti: quello che sembra emergere è un'incertezza generale che non boccia pesantemente nessuna forza politica solo perché, in realtà, non premia nessun partito e concede fiducia solo a pochi, singoli esponenti. In questo quadro, proviamo a fare qualche valutazione sui risultati ottenuti dai candidati LGBTQI (lesbiche, gay, bisessuali, transgender, queer e intersessuali), che non sono mai stati così numerosi come in occasione di questo voto. La nostra analisi si baserà sulla percentuale di votanti che, in ciascun comune, ha espresso una preferenza a favore di un candidato LGBTQI (che, per brevità indicheremo come "preferenze arcobaleno"). Prima dell'analisi, però, sembra opportuno fare alcune precisazioni e valutazioni di carattere generale.

lunedì 6 giugno 2016

Centro America, l'omofobia uccide: tre gay assassinati

Centro America, l'omofobia uccide: tre gay assassinati
Condividi su: Facebook - Twitter - Seguici su: Facebook - Twitter
Iscriviti ai feed - Scrivici a mail@ilgrandecolibri.com
Tutte le notizie LGBT dalla Giamaica
Leggi anche le notizie
da più di 130 paesi
Lo cercavano da giorni e alla fine lo hanno trovato morto: René Martínez, noto attivista gay in Honduras, è stato strangolato. Le ragioni dell'omicidio non sono ancora chiare, ma il movimento LGBTQI del paese dell'America centrale chiede giustizia [laprensa.hn]. Intanto in Giamaica uomini armati di pistole hanno preso d'assalto una casa, uccidendo il proprietario e quello che i vicini hanno identificato come il suo compagno: il cronista di jamaica-gleaner.com registra nel quartiere una forte "mancanza di simpatia" per le due vittime, a causa della loro diversità sessuale. Come denuncia Kimberley Engels su antillean.org, "questi atti di violenza non accadono nel vuoto e non sono il risultato di azioni solitarie: sono i prodotti previsti di un clima politico e sociale che denigra l'identità sessuale". Un clima confermato dallo scrittore giamaicano Marlon James, che ha raccontato di aver subito un esorcismo che avrebbe dovuto "guarirlo" dalla propria omosessualità [independent.co.uk].