Dai il tuo contributo per il film “Allah loves equality”

Un documentario sulle persone LGBT in Pakistan

Nei giorni scorsi è partita la raccolta fondi per finanziare la realizzazione del  documentario “Allah loves equality: Can you be gay and Muslim?” (Allah ama l’uguaglianza: puoi essere gay e musulmano?), un progetto che nasce dall’incontro del fondatore dell’omonima campagna, il regista pachistano Wajahat Abbas Kazmi [Il Grande Colibrì], con questo blog.

Il documentario, che mira a mostrare la vita quotidiana delle persone LGBTQI (lesbiche, gay, bisessuali, transgender, queer e intersessuali) nella Repubblica islamica del Pakistan, verrà girato nei prossimi mesi  e sarà interamente finanziato dal basso, attraverso la pagina di raccolta fondi sul sito Indiegogo.

raccolta fondiIl Pakistan è uno stato chiave per comprendere la situazione delle minoranze sessuali nel mondo islamico: tra l’offensiva del fanatismo religioso e le spinte verso la modernità, tra tradizionalisti pronti alla violenza e tradizioni spesso favorevoli alla diversità, la comunità LGBTQI locale è spesso costretta a nascondersi, ma a volte apre con coraggio nuove strade di visibilità e di lotta politica che rappresentano una speranza per tutti i paesi vicini.

La raccolta fondi ha una durata molto breve, per cui è importantissimo contribuire al più presto: tra l’altro, oltre a un’offerta libera (opzionabile schiacciando “Back it” sulla destra nella pagina del sito), si possono scegliere varie possibilità di sostegno che daranno benefit ai sostenitori, dall’essere citati come sostenitori del film al diventarne, di fatto, coproduttori esecutivi. Ma è ovviamente possibile anche fare donazioni anonime.

È possibile contribuire sia avendo PayPal che una qualunque carta di credito o debito, ma anche per versare con quest’ultima occorre transitare dal sito di PayPal, anche se non ci si intende registrare a questa piattaforma.

Al momento siamo a circa un decimo della cifra necessaria per realizzare le riprese: è quindi necessario cercare di contribuire al più presto e di diffondere tra amici e conoscenti questa iniziativa di cui trovate una più ampia descrizione nella pagina dedicata del Grande Colibrì.

 

©2016 Il Grande Colibrì

More from Il Grande Colibrì

Seconde generazioni LGBT – Le bambole, la moschea, l’amore

Identificarsi, parlare di sé, scoprirsi. Sperimentare, valutare, sopravvivere. Cambiare, o almeno provarci,...
Leggi di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *