Tom of Finland, disegnatore erotico e eroe nazionale

marinai, poliziotti e leathermen in Tom of Finland
Marinaio e leatherman: una copertina di Tom of Finland

Molto spesso l’eroe nazionale è una barba: gli italiani ad esempio hanno Garibaldi, i francesi Napoleone, i tedeschi hanno Goethe e Wagner, i danesi Andersen, e via discorrendo. I finlandesi, più bravi e fortunati, hanno invece un eroe nazionale che noioso non si può proprio definire. Certo, finisce pure sui francobolli [Il Grande Colibrì], ma rimane divertente e trasgressivo. Anche se in realtà tutto quello che viene sempre rappresentato non è l’eroe stesso, ma ciò a cui ha dato vita.

Stiamo ovviamente parlando del disegnatore erotico Tom of Finland, che continua a far parlare di sé in patria e in tutto il mondo, scatenando le fantasie di tutti coloro che si perdono dietro ai pettorali e ai pantaloni in pelle dei suoi personaggi da oltre sessant’anni. Benché pochi ricordino il volto dell’illustratore, che al secolo si chiamava Touko Valio Laaksonen [Wikipedia], i suoi personaggi sono effettivamente diventati oggetto di culto nazionali, oltre a essere venerati dai gay di tutto il mondo.

Non c’è quindi niente di strano se, tra le nuove emoji nazionali proposte da This is Finland, figuri per la prima volta anche uno dei personaggi di culto di Tom of Finland: il motociclista con i baffi, la giacca di pelle aperta e il caratteristico copricapo che richiama un altro leit-motiv dell’artista, il poliziotto. L’icona anticipa di pochi giorni l’entrata in vigore nel paese del matrimonio egualitario  e coincide con l’uscita del nuovo sulla vita dell’artista (sempre attento a promuovere tolleranza e diritti umani), realizzato dal regista finnico Dome Karukoski e previsto nelle sale dal 24 febbraio.

E proprio per promuovere il film in uscita, attori, cantanti come la star di Eurovision Krista Siegrifds, politici, giornalisti e altri personaggi famosi hanno vestito i panni del famoso disegnatore, posando con vestiti in pelle e abbigliamento kinky, immortalati dal fashion designer Teri Rivet attraverso una serie di provocanti scatti in bianco e nero proposti dalla rivista online GMag.

 

Michele
©2017 Il Grande Colibrì

Scritto da
More from Michele

#Lesbomadario. Chi ha ancora paura dei baci lesbici?

Le notizie di questa settimana: Australia – Un bacio per le nozze...
Leggi di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *