7giorniLGBT – Notizie LGBT dal 20 al 26 gennaio

primo matrimonio gay riconosciuto in russia
Il matrimonio di Eugene e Pavel a Copenhagen

La foto della settimana – Eugene e Pavel si sono sposati in Danimarca e sostengono che le autorità russe avrebbero riconosciuto ufficialmente il loro matrimonio, probabilmente per errore [Mirror].

La frase della settimana – Il pornoattore gay Max Konnor si è lamentato perché i ragazzi neri sono ridotti a feticci di cui importa solo il colore della pelle, aprendo un’interessante discussione su Twitter:

Odio quando parlano del mio cazzo come di un “grosso cazzo nero” o espressioni del genere. Non si specifica mai il colore di un cazzo bianco… Io non sono un feticcio: sono un essere umano.

Africa:

Sudafrica. Una ricerca ha scoperto che gran parte delle ostetriche tradizionali nelle zone rurali uccidono i bambini intersessuali appena nascono, perché considerati presagio di sventura  [Il Grande Colibrì].

Zimbabwe. Il neopresidente Emmerson Mnangagwa ha detto di non avere il compito di difendere i diritti delle persone LGBTQIA e quindi di non avere intenzione di depenalizzare i rapporti omosessuali [CNN].

Asia e Oceania:

Indonesia. I partiti, spinti dalla bufala per cui starebbero per approvare le nozze gay, hanno ribadito di essere contrari all’omosessualità, accelerando il progetto che vorrebbe criminalizzarla [Tribun News].

India. Le persone trans denunciano in tutto il paese la violenta transfobia della polizia: le testimonianze raccontano abusi sessuali, assalti fisici, aggressioni verbali, arresti ingiustificati [Il Grande Colibrì].

Americhe:

Brasile. L’omofobia e la transfobia non avevano mai provocato tanti morti quanto nel 2017: in un anno le vittime sono state ben 445 (387 omicidi e 58 suicidi), con un aumento addirittura del 30% [The Guardian].

Stati Uniti. Un rapporto della Gay & Lesbian Alliance Against Defamation (GLAAD) mostra come, per la prima volta dopo 4 anni, l’accettazione delle persone LGBTQIA si sia ridotta, passando dal 53% al 49%.

Medio Oriente e Africa settentrionale:

Pakistan. Due attiviste transgender di TransAction sono state brutalmente attaccate in pochi giorni: la prima è in ospedale con una pallottola in gola, la seconda ha subito uno stupro di gruppo [76 Crimes].

Egitto. La polizia già tende trappole sui siti di incontro e organizza raid contro le minoranze sessuali, ma la comunità LGBTQIA teme che la situazione possa peggiorare ulteriormente [International Business Times].

Europa:

Unione Europea. La Corte di Giustizia dell’Unione europea ha stabilito che i richiedenti asilo che si dichiarano omosessuali non devono essere costretti a subire test sul loro orientamento sessuale [BBC].

Regno Unito. Un neonazista e suprematista bianco è sotto processo perché stava pianificando un attacco terroristico con un machete contro un locale gay (ma si è fatto scoprire parlandone su Facebook [BBC].

Italia:

Torino. Un incontro organizzato dal Comitato Torino Pride ha ricordato i triangoli rosa e l’omocausto, cioè la deportazione e lo sterminio di migliaia di omosessuali da parte dei regimi nazi-fascisti [La Stampa].

Verona. La censura dei libri accusati di diffondere la “teoria gender” è al centro del concorso per il miglior racconto fantascientifico LGBT promosso dalla Biblioteca Oberon di Pianeta Milk [Io Sono Minoranza].

Gli approfondimenti della settimana:

Politica. Da anni si registra una svolta a destra dell’elettorato omosessuale: il politologo Gaël Brustier fa il punto sugli studi fatti su questo fenomeno negli ultimi anni e sull’omonazionalismo [Il Grande Colibrì].

Russia. Il regime di Vladimir Putin si presenta come il paladino della “famiglia tradizionale” nel mondo, ma in realtà deve affrontare la crisi più drammatica dell’istituzione matrimoniale [Il Grande Colibrì].

Pier
©2018 Il Grande Colibrì

More from Pier Cesare Notaro

A Mauritius anche la Chiesa cattolica difende il Pride

Se a Firenze il Comune rifiuta il patrocinio al Pride con il...
Leggi di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *