A sei anni mio figlio si è innamorato. Di un ragazzo

bambino di 6 anni innamorato di un ragazzo
Un bambino di 5 anni posa in una sessione fotografica

Mio figlio maggiore ha sei anni e si è innamorato per la prima volta. Si è innamorato di Blaine della serie tv “Glee”. Per chi non lo sapesse, Blaine è un ragazzo… un ragazzo gay, il fidanzato di uno dei personaggi principali, Kurt. Il suo non è un amore del tipo che pensa che Blaine sia davvero figo, ma è invece un amore che lo fa gemere per mezz’ora davanti ad una foto del volto di Blaine, per poi esclamare: “Che carino!”.

Adora l’episodio in cui i due ragazzi si baciano. Mio figlio chiama le persone da ogni angolo della casa per essere sicuro che nessuno si perda la sua scena preferita. Di solito riavvolge il nastro e rivede la scena ancora e ancora… e obbliga anche gli altri a guardarla se pensa che qualcuno non abbia prestato sufficiente attenzione.

Questa infatuazione non preoccupa né me né suo padre. Abitiamo in un quartiere molto hippy e liberal, molti dei nostri amici sono gay e l’idea di avere un figlio gay non ci infastidisce. Nostro figlio sarà quel che è e il nostro dovere è amarlo. Fine del discorso.

Va detto che ha sei anni. A sei anni ci si ossessiona con ogni tipo di cose. Questa infatuazione potrebbe non significare niente di niente. Scherziamo sempre sul fatto che, se non sarà gay, avremo la migliore arma di ricatto nella storia dell’umanità quando sarà un sedicenne etero… altro che foto nudo mentre fa il bagnetto!

Dunque l’altro giorno stavamo viaggiando per lo stato ascoltando ovviamente l’album dei Warblers [gruppo di Glee] e, nel mezzo della canzone “Candles”, mio figlio ha fatto capolino dal sedile posteriore.
“Mamma, Kurt e Blaine sono fidanzati”.
“Sì, è vero” ho confermato io.
“Non gli piace baciare le ragazze. Baciano solo i ragazzi”.
“E’ vero”.
“Mamma, sono proprio come me”.
“Bene, piccolo. Sai che ti amo in tutti i modi?”
“Lo so…” ha detto, roteando gli occhi verso di me.

Arrivati a casa, ho raccontato questa conversazione a suo padre e siamo stati semplicemente a guardarci negli occhi per un attimo. Poi lui ha sorriso. “Quindi, se a 16 anni vorrà farci un grande annuncio a tavola, potremo dirgli: ‘Ce lo hai già detto quando avevi 6 anni. Passami le carote’ e sarà deluso perché gli avremo rovinato i suoi cinque minuti di ribalta” ha detto mio marito con una risata e mi ha abbracciata.

Solo il tempo dirà se mio figlio è gay e se lo è io sono felice che sia mio figlio. Sono felice che sia nato nella nostra famiglia. Una famiglia piena di persone che lo ameranno e che lo accetteranno. Persone che non vorranno mai farlo cambiare. Con genitori che non vedranno l’ora di ballare al suo matrimonio. E lo devo ammettere: Blaine sarebbe un genero davvero molto carino…

 

Amelia su Tumblr
traduzione di Pier
©2011 Il Grande Colibrì
More from Il Grande Colibrì

Essere comunità tra identità e senso di appartenenza

Charles Taylor nel suo “Il disagio della modernità” (1991), pur considerando scontato...
Leggi di più

93 commenti

  • Non è strano.. si comincia a curiosare presto: a quell’età stravedevo per Zack, il biondino di Bayside School. Avevo anche i poster in camera 🙂

  • Prima di tutto non si può capire se un bambino di 6 anni sia gay o meno… Però i suoi interessi preoccupano un pochino… Le mie idee sull'omosessualità sono alcune negative e altre positive in quanto a me non da fastidio l'omosessualità in quanto a rapporto amoroso… Ma che pretendono il diritto di adottare bambini questo proprio NO!!!! Il bimbo deve crescere con un papà maschio e una mamma femmina e no con UNA PAPA' o con UN MAMMO punto… Riguardo alla lettera se i genitori vedono che il loro bambino sta prendendo quella strada è compito loro fare in modo che questo non accada… Poi se il piccolo sarà effettivamente gay vabè lo si accetta è sempre un figlio

  • ….. ANONIMO 16 giugno 2012 14:12
    o sti frosci,li metterebbe tutti allo muro,opure indentro alle camer a gas,cosi libererebbe lu mondo da tutta sta immondezza……tutti i frosci appesi…w Hitler,w i nazizti,w mengele che co li frosci ci faceva li esperimenti…

    chissà che esperimenti con il tuo MEMBRO ! Vogliamo provare ? Brutto omofobo bastardo!LO TAGLIAMO , LO SMINUZZIAMO E VEDIAMO SE , IN ACCOPPIATA CON IL TUO CERVELLO, COSA PESA DI PIU'!!!!!! vi fate tanto i duri voi omofobi… ma alla fine siete voi quelli che hanno problemi di salute mentale! Sparati!

  • è peccato! non si può! lo dicono tutte le religioni! pentitevi tutti insieme a me camminando x 5 km in ginocchio sui ceci fustigandoci, solo così capiremo che è peccato!

  • Anonimo 16 giugno 2012 14:12
    io sti frosci,li metterebbe tutti allo muro,opure indentro alle camer a gas,cosi libererebbe lu mondo da tutta sta immondezza……tutti i frosci appesi…w Hitler,w i nazizti,w mengele che co li frosci ci faceva li esperimenti

    ma non ti vergogni???????????????????
    ma come ti permetti di scrivere questo genere di cose???
    solo un malato di mente potrebbe scrivere cose così!! sarai mica frutto di quegli esperimenti??

    POLVERIZZATI!

    Giulia

  • io sti frosci,li metterebbe tutti allo muro,opure indentro alle camer a gas,cosi libererebbe lu mondo da tutta sta immondezza……tutti i frosci appesi…w Hitler,w i nazizti,w mengele che co li frosci ci faceva li esperimenti

    • pensa una cosa…tu sarai pure intollerante verso i gay e io che oltretutto sono eterosessuale sono intollerante a te e sono anche molto peggio di te riguardo alle soluzioni che la natura stessa dovrebbe trovare…io ti auguro di soffrire di atroci sofferenze e bruciare in un luogo lontano e isolato dove le tua urla si infrangeranno tra le foglie!!!

  • La storia è splendida, fa pensare come si dovrebbe prendere un po' la vita. 🙂
    @Shiki Sono assolutamente d'accordo con le tue ultime affermazioni, in fondo la televisione è nata per informare la gente anche con le immagini. No?

    Prendo me stessa come esempio, non per mettermi in mostra o che.
    Sono bisessuale, ho passato quattro anni della mia "vita" (ho 15 anni) a pensare a una mia possibile "deviazione della natura umana". Nessuno mi ha mai insegnato cos'è la sessualità, quella giusta o quella sbagliata, e ora penso che sia perché mi lasciassero crescere e pensare con la mia testa. Non ho mai guardato molta tv, non ho mai visto o sentito parlare di cose di questo genere. Tutto quel processo è avvenuto spontaneamente dentro di me.
    E ora sono felicemente fidanzata. Come una persona normale, non credete? Come un/a etero, un asiatico, uno di destra, di sinistra, di quel che volete. Siamo esseri viventi.

    A questo punto, mi chiedo:
    "Esistono più di 200 specie animali che presentano comportamenti omosessuali, e noi siamo l'unica specie a punirla e ripudiarla; cos'è veramente contro natura?"

  • Sul serio anonimo (l'ultimo)? Non spacciarti per tollerante se infondo non lo sei. Contronatura cosa? Capisci che stai discriminando gli omosessuali perché non vuoi che vadano in giro nè che li mostrino in TV come se non esistessero? Guarda che anche quando non andavano in giro nè c'era la TV i gay esistevano quindi mostrarli mi sembra solo la cosa più intelligente da fare per far entrare nelle menti bacate che sono persone normali e per far capire ai bambini omo che non sono nè strambi nè mostri.

  • Una "devianza"?
    L'omosessualità è frutto della natura, nn un'invenzione dell'uomo con la quale si può essere o meno d'accordo, e quando c'è di mezzo la natura l'uomo ignorante (come i vari anonimi) deve solo stare zitto ed evitare di dimostrare che nn merita di essere nato. L'omosessualità è "normale", come è normale essere bianchi o neri, con gli occhi azzurri o castani. Di anormale c'è solo l'ignoranza che ancora dilaga.

  • @ anonimo: Cosa risponderti? Se pensi che l'omosessualità sia una deviazione contro natura significa che parti da presupposti oggettivamente errati. E finché partirai da presupposti oggettivamente errati continuerai ad arrivare a conclusioni oggettivamente errate. Mi dispiace molto per te…

  • Concordo con chi ha scritto sopra: è uno scandalo far passare l'omosessualità come una cosa normale. Resta sempre, come è stato detto, una "devianza".

  • Insomma… devo ammetterlo. Nonostante ammiri questa madre per l'amore inconzionato e la comprensione che dimostra, c'è da dire che l'omosessualità così spudorata e così "compresa" mi spaventa. Mi spaventa non perché la trovi una cosa "da punire" o cattiva, ma semplicemente perché la vedo una cosa pur sempre contronatura, una deviazione sessuale o della personalità.

    Non mi piace l'idea che l'omosessualità vada fatta passare per normale. E' pur sempre una deviazione. Non mi piace – e mi allarma – l'idea che un bambino di sei anni accenda la tv e veda due uomini baciarsi, magari quando sta sul divano con mamma e papà che si baciano.

    I gay venivano perseguitati e uccisi in passato, oggi possono amarsi liberamente. Ma non trovo giusto né sano che ostentino la loro deviazione come invece molti fanno. Le televisioni stanno sbagliando, così anche quegli omo che si baciano per strada, anche se capisco che per loro è una cosa naturale.

  • storia vera o no, ha una morale ben chiara di amore e rispetto. chi non capisce questo e giudica non merita ne amore ne rispetto.

  • purtroppo le mentalità kiuse ke sono in giro x il mondo sono tante..e nn ci si può far niente se nn ignorarle.
    a ki invece accetta gli altri x quelli ke sono nn posso ke dire grazie.
    questa lettera è una gioia x il cuore…pkè vuole dire ke c'è ancora ki ama i propri figli..qualsiasi cosa facciano..vogliano..o semplicemnete xkè esistono e sono quel ke gli pare essere…purtroppo nn è sempre così…si spera di migliorare.

    vorrei essere io quel bambino…avrà una vita di certo felice =)

  • a tutti gli anonimi che:
    1 non hanno le palle di definirsi neanche quindi è gente che non avra' mai voce propria nella vita.
    2 di fronte ad una dimostrazione di amore cosi forte fanno esclamazioni cosi' insignificanti perchè è questo che siete
    3 siete poco intelligenti perche l'omosessualità esiste fin dai tempi dell'origine dell'uomo ed è presente anche nel mondo animale di oggi quindi se c'è una malattia da curare è la vostra
    3 vi auguro di avere dei figli che vi faccino passare le pene dell'inferno così capite cos'e veramente una malattia

  • I bambini tendono a copiare cio' che vedono in tv. Tutti avevamo degli eroi dei cartoni animati quando eravamo piccoli. Comunque la storia mi sembra un po' inventata, comunque sarebbe bello se fosse vera.

  • che noia… il concetto è molto bello.. ma la forma mi sa di una cazzata colossale e per di più faziosa.. perchè nascondersi dietro la storia , seconde me inventata di sana pianta, di un bambino gay? a sei anni? no ste storie mi fanno incazzare..

  • Vera o Finta ch'essa sia é un esempio di Amore oltre ogni limite, nel vero senso del termine, ciò che (secondo il mio parere) questa lettera vuol far comprendere è che Da qualche parte esistono ancora famiglie sane con sani principi (perché amare incondizionatamente è un sano principio)… A tutti gli pseudo-intolleranti dico che è vicina la vostra rassegnazione… Il mondo cambia… Lentamente certo, ma cambia. Spero in meglio, ma su questo argomento ho buoni propositi…
    Nella vita si fa ciò che si vuole, ma nel rispetto reciproco di chi ci sta vicino e nel ventunesimo secolo ci siamo scocciati ad assistere a discriminazioni ed intolleranze generate da menti realmente MALATE, un saluto a voi 😉
    Daniele Caruso di 19 anni

  • è una bellissima Storia questa, la chiamo storia, perchè è ben articolata ed in poche righe riesce a trasmettere emozioni, esprimere un concetto ben definito, se fosse vera al 100% direi davvero che sono dei genitori a cui fare una statua!
    in natura esistono animali Gay di ogni specie, infatti per caso, proprio l'atro giorno,vedendo discovery channel, parlavano per l'appunto di una famigliola di leoni, di cui uno dei cuccioli crescendo manifestava comportamenti omosessuali, così infine è stato, purtroppo in natura e menomale che solo in natura, vige la legge de più Forte e quel leone non ha purtroppo vita facile per la sopravvivenza. Mentre nel nostro caso… essendo NOI la razza di animali più evoluta (ma dai commenti che ho letto dai precedenti anonimi… non ne sono ancora molto sicuro)dovremmo accettare il nostro prossimo a prescindere dalla sua razza e orientamento sessuale… Io sono etero, ho amici di ogni nazione ed orientamento sessuale, ammetto che da piccolo avevo paura del "diverso" perchè ho una famiglia comunemente bigotta e retrograda, che in un certo senso mi ha fatto crescere in un determinato modo… ma come sempre, mi sono distinto per essere la pecora nera della famiglia ed ho adottato sempre lo stesso metodo per vincere le mie paure…affrontarle, allargare i miei punti di vista e vedere che in realtà non c'è niente da aver paura!!!
    prima di concludere il mio commento, un'ammirazione particolare per questi genitori ed un augurio a tutti voi di vivere la vostra vita al meglio e soprattutto cerchiamo di aprire gli occhi a molti stolti!
    cit. Luca6: Perché guardi la pagliuzza che è nell'occhio del tuo fratello, e non t'accorgi della trave che è nel tuo?
    buonagiornata a tutti! Rocco

  • Vorrei ricordare ai saccentoni della psiche, che le "terapie" per la presunta conversione da omo a etero sono tassativamente proibite dall'ordine degli Psicologi perchè sono create da persone intolleranti per curare una malttia che non esiste. L'omosessualità non è una malattia ma un semplice naturale orientamento. Tutti quegli spacciatori di teorie pseudo-religiose non sono dei veri terapisti, ma semplicemnte dei ciarlatani che sorretti dalle associazioni religiose, hanno trovato il modo di far solid, vendono terapie inesistenti. Come ad esempio, quello più noto, il "dottor" Nicolosi che si spaccia per terapeuta che cura la gente dall'omosessualità. In primis lui non è un terapeuta e mai lo sarà, è solo laureato in psicologia e le sue terapie sono proibite perchè arrecano danni spaventosi all'identità dei suoi assistiti.
    Agli idioti che commentano con strafalcioni simil-nazisti nemmeno rispondo perchè la vita gli ha già fatto tanto male. Non avevano una mamma col cervello.

  • @ anonimo: La mia "scatola" è talmente staccata che non ti so dire che tipo di esempio possa dare il telefilm in questione. Che poi non è così importante se sia "buono" o "cattivo", l'importante è la capacità dei genitori di mediare questo esempio, di farlo capire e metabolizzare ai figli. E in questo la mamma in questione mi sembra piuttosto brava…

  • A dir poco stupenda questa lettera…Gli psicologi hanno scoperto che gli omofobici hanno una omosessualità repressa…

  • Anonimo ha detto…

    Però…c'è un però. La tv in genere da cattivi esempi e non fa bene ai bambini piccoli, quando i genitori vedono che la tv prende troppo spazio dovrebbero spegnerla. Magari quel bambino non lo pensa davvero. Io volevo baciare mia mamma per imitare una telenovela U.U

    Beh, anch'io da piccolo tendevo spesso ad imitare le coppie (etero) che si baciavano nei film. Ma lo facevo con mio padre, era la scelta più spontanea e naturale.

  • Amore libero..
    il mondo è fatto d' amore.. perchè fare distinzioni? Non ha senso, non sono gay ma a me loro non hanno mai dato fastidi perchè dovrei dargliene io? è …a natura punto e basta. Convivenza semplice.

    Non mi trovo d'accordo con chi discrimina le persone Gay, sono forse criminali assassini? hanno colpa di amare persone dello stesso sesso? dio li ha fatti così…nel bene e nel male. Prendetevela con lui bigotti 😛

    Però…c'è un però. La tv in genere da cattivi esempi e non fa bene ai bambini piccoli, quando i genitori vedono che la tv prende troppo spazio dovrebbero spegnerla. Magari quel bambino non lo pensa davvero. Io volevo baciare mia mamma per imitare una telenovela U.U

    Imitare. Come altri bambini per imitare superman si sono fatti molto male.
    La tv è uno strumento di cui non bisogna fare abuso e secondo me in questo caso (se vero) l' abuso c'è e lo dimostra l' atteggiamento del bambino.
    Molto probabilmente non è gay (o forse si chissà) ma in quest' episodio particolare pare più una semplicissima imitazione del mondo degli adulti per come gli è pervenuto dalla tv.

    Staccate quella scatola ogni tanto per piacere. U_U

  • La mamma di questo bambino è una grande donna, una donna con un cuore, un anima, un pensiero civile, un grandissimo amore verso la creatura che lei stessa ha fatto.

    Quegli stupidi imbecilli che commentano in maniera deplorevole dovrebbero vergognarsi. Per quale motivo essere di un determinato orientamento sessuale dovrebbe essere una malattia. Non c'è nulla di strano nell'essere omosessuale. Gli omosessuali esistono da quando esistono gli esseri umani e questa mamma ha fatto il passo un grande passo nel suo rapporto con suo figlio: ha capito che la natura dell'uomo non si comanda a bacchetta e che un figlio è la più grande ricchezza che ha nella vita.

  • Davvero stupendo 🙂 ….Fortunatamente ho avuto una mamma che se n'è fregata liberamente di ciò che pensava la gente, e tutt'ora lotta per il mio amore …mi ha insegnato che, gay o etero che sia, la vita và affrontata sempre e comunque con AMORE …parola purtroppo sconosciuta da tante persone.
    Leggere commenti come "i gay devono essere usati come cavie" fà riflettere come quanto le persone possano essere tristi e ignoranti nel 2011…

  • E' una delle cose più belle che abbia mai letto.

    @Anonimo (il primo): la tv potrà anche portare modelli sbagliati, ma di certo non sono questi. Se un bambino amerà gli uomini in futuro non sarà a causa della tv, ma perché è nella sua natura. La tv potrà mostrargli varie sfaccettature della società, ma di certo non condizionarlo. Magari adesso dice che quello è un gay come lui, ma in futuro potrebbe amare seriamente le donne. Mai dire mai, l'omosessualità è natura, come essere eterosessuali, di colore o ignorante come i fanatici religiosi.

  • Che massa di deficienti che commenta sto post, oh!

    Questa è praticamente una delle cose più belle che abbia mai letto, questa donna è fantastica e suo marito anche!

  • @ Elisa: Forse un genitore dovrebbe insegnare ai figli ad essere forti, ma anche che la forza è cosa ben diversa della violenza. La migliore autodifesa probabilmente non è pestare più forte dei bulli, ma togliere senso alle azioni dei bulli. E non c'è chi possa capire più di un bambino quanto possa colpire l'indifferenza…

    @ dudu: Anzi, è strano che in Italia non abbiamo vietato Glee 🙂

    @ anonimo: Grazie per il consiglio affettuoso!

    @ SerenaReds: Come scendere – anzi: sprofondare – al loro livello…

    @ WALTER_79: Se l'anonimo perde tempo, non perdiamolo anche noi con lui, no?

  • vorrei far notare con allegria, la tristezza di alcuni post firmati da un certo "anonimo", per fargli capire che se si ritrova qui a scrivere commenti senza senso e pieni di odio a questi post (ke "in teoria" nn dovrebbero interessargli, se è DAVVERO ETERO!) è solo perchè non ha benchè altro da fare… probabilmente l'amore dei suoi genitori è venuto a mancare appena capito il carattere del loro figlio. Spero per lui in una vita serena e in una coppia di figli gemelli e gay, per dimostrargli che per amare non serve noitare gusti, religione o colore di pelle, ma solamente ciò che abbiamo nel cuore (e in questo caso, il tuo è vuoto!).
    Auguro a questa famiglia tutto il bene e l'amore possibile 🙂

  • Oh che bello!!! Ci mancava il commento del nazista. Segui l'esempio del tuo leader e sparati bastardo!

    Alla mamma di questo bambino tutta la mia ammirazione, persone come te mi fanno ben sperare!

  • I froci andrebbero usati come cavie umane insieme ai negri, ai menomati, ai zingari, ai cinesi e alle zecche di merda che gestiscono questo blog

  • vera o falsa come storia…. non importa! forse bisogna sempre essere aperti ad imparare qualcosa anche da un testo su carta…. in fondo la morale italiana si basa su questo…. no, non parlo di costituzioni, libri di grandi intellettuali etc… ma della bibbia!
    tra l'altro se é vera come storia, in Italia, avrebbero gia fatto sedute in parlamento per ordinare la carcerazione di questi genitori e toglierli il bambino, mettendolo sotto cura dei preti(che molte volte si sono dimostrati mostri della natura)
    ps: vivi e lascia vivere….

  • questa lettera è meravigliosa e sono proprio le parole che vorrei dire a mio figlio se scoprissi che è gay…

    @ anonimo (il padre): se sei veramente preoccupato del mondo là fuori, insegna a tuo figlio a difendersi fisicamente, fallo diventare forte – non x usare la violenza come offesa ma come difesa. a quel punto, se incontrerà dei cretini che gli fanno violenza verbale-psicologica, potrà farsi rispettare.
    dicono che la violenza non sia mai la risposta, io invece penso che i bulli capiscano SOLO questo tipo di risposta.
    comunque, x tuo figlio (SE si scoprirà gay) sarà molto più doloroso avere un padre che lo vuole etero, fidati…

    @Iam: "tutto questo amore rischia di produrre indigestione"… no, mai. men che meno a sei anni!!!

  • @ Roberto: "Appoggiate i vostri figli, e sostenete i loro amori. Educateli ad amare liberamente: è l'esperienza piu bella e l'unica che dà veramente significato alla vita". Quoto al 100%. E ti ringrazio per i due lunghi e appassionati commenti

    @ Elisa: Non sempre il sopravvivere all'odio rende più forti e sensibili. A volte rende solo più stronzi e intolleranti (non sembra il caso di Roberto, per fortuna!)

    @ anonimo: Torna a leggerci domani, rispondiamo alla domanda da un milione di dollari: "Perché Dio mi ha creato gay?"!

  • Per il primo commento anonimo che suppongo sia credente, la prima cosa che Dio insegna, almeno se sei un credente è L'AMORE, quindi Dio ha da perdonare te che pensi male non i genitori che amano loro figlio e lo amano con la A maiuscola cosa che forse lui o lei,signora/e anonima, non ha probabilmente mai potuto provare davvero, ps.Royal Bitchiness sono pienamente d'accordo con te AMORE puro quello che l'essere umano tende ad avere molto per il vero "Dio" dei tempi moderni il denaro. Firmato andrea.

  • Bravo Roberto, sono d´accordo su tutto ció che scrivi, aggiungo che probabilmente l´essere sopravissuto all´omofobia della tua famiglia e della societá ha fatto di te una persona piú forte e piú sensibile nei confronti di chi non ha la fortuna del bambino della lettera, di avere cioé dei genitori aperti, amorevoli e senza pregiudizi.

  • E per piacere piantatela con l'edulcorata immagine di una infanzia asessuata: siamo essere sessuati e sessuali da sempre, giá da bambini! Ció che cambia è il modo di vivere questa dimensione: cosí come crescendo cambia il nostro corpo e la nostra psiche, cosí cambia il nostro modo di vivere e sentire la sessualitá. Ma non si diventa sessuali di punto in bianco! Non è la pubertá che ci fa scoprire all'improvviso l'attrazione fisica o l'inclinazione affettiva!!! Ed evidentemente riconoscere che anche i bambini hanno una loro sessualitá, infantile ovviamente, non implica metterli alla mercé dei pedofili! La pedofilia non è un crimine in quanto introduce esseri asessuati al sesso, è un reato in quanto abuso psicologico e violenza fisica e sessuale!!!

  • mi piacerebbe tanto che i miei genitori fossero come i genitori di questo bambino… quante sofferenze mi sarei risparmiato, e quante esperienze avrei potuto vivere! Invece ho dovuto soffrire, vergognarmi di me, odiare il mondo per poi finalmente accettarmi e cominciare a lottare (con certa rabbia, perdonatemi) per vivere una vita serena. Ci sono persone bigotte, ignoranti e stupide che hanno postato cose insensate, che puó scrivere solo chi è lontano dal proprio cuore. Io mi sono innamorato follemente ad 11 anni di un compagno, ho sempre avuto cotte per altri amici giá da quando avevo 4-5 anni, se non mi avessero insegnato ad odiare l'omoaffettivitá, se avessi potuto sapere che anche l'amore per amici dello stesso sesso è naturale, che tanti altri ragazzi/bambini come me lo provano, sarei potuto essere felice, avere un'infanzia ed un'adolescenza diverse. Invece le ho perse. Per questo molti gay si suicidano. La discriminazione invisibile, silente, impalpabile è invece perfettamente recepita da chi ne è oggetto. Appoggiate i vostri figli, e sostenete i loro amori. Educateli ad amare liberamente: è l'esperienza piu bella e l'unica che da veramente significato alla vita.

  • Non posso che desiderare che chiunque possa leggere questo post, magari con una canzone dolce come sottofondo.. e capisca com'è la vita.. e accetti gli altri così come stanno facendo questi genitori che sono solo da invidiare… magari fossero tutti come loro..

  • Questo post è splendido e lo dedico a tutti i miei amici, gay ed etero, ed in particolare, permettetemi, a quelli più fascisti e omofobi, magari riusciamo ad aprire uno spiraglio… 😀

  • Al papà che si preoccupa per suo figlio (forse gay). Non sarà sempre facile la sua vita, ma con un papà vicino sarà un meraviglioso viaggio. Fidati di me.
    Ciao
    M.

  • @ Peppe: A dirla tutta, gli anonimi si sono equamente divisi tra le due fazioni di un'assurda battaglia. Se la gente fosse più rilassata… E palle o ovaie van bene entrambe, basta non lasciarsi prendere da assurdi pregiudizi!

    @ Mirella Izzo: Secondo me, la lettera è più un gioco e una simpatica provocazione per i lettori adulti che un manualetto di educazione per bambini. Si dice chiaramente che potrebbe trattarsi di una fase e che non starebbe lì il "problema". La soluzione è una sola: lasciare che i piccoli si esprimano come vogliono, senza reprimerli.

    @ Iam: Concordo. Anche se è comunque molto meno mulinobianchica della retorica gay mainstream…

    @ giuxgiux: Ecco la parola chiave: "sorridere". Mi sembra che in troppi (omofobi e anti-omofobi) abbiano preso questa lettera in modo eccessivamente serio…

    @ anonimo: A proposito di romanzare… La lettera parla di un bambino "innamorato" di un ragazzo, non di un bambino misogino, razzista e intollerante. Suvvia… E nessuno, tanto meno la madre, gli attribuisce sul serio un orientamento sessuale definito o definitivo. Forse glielo vorresti attribuire tu, drammatizzando la sua (immaginata) mancata socializzazione con il sesso femminile?

  • se avesse detto, "bacio solo i bambini bianchi", sarebbe stato un brutto scandalo, ma visto che invece non l'ha detto è tutto bello e buono e tanto tollerante.Fatti lo scenario per il quale questo bambino inizia ad accettare solo chi è simile a lui (è ciò che ha detto), quindi dello stesso stato, religione, colore di pelle, e a rigettare quelli che non sono così.Il non avvicinarsi a chi possiede una diversità (e quella sessuale è la più basilare maschio/femmina) significa fallare un passaggio integrativo sociale, e fare marcia indietro.Non c'è nulla di buono in ciò, e non si può definire un bambino di 6 anni dotato di identità sessuale volontaria, altrimenti daremmo ragione a chi abusa dei minori basandosi proprio su questo concetto.

  • ma a 6 anni è tutto un gioco e si esplora se stessi e il mondo, fanno bene i genitori a sorridere e dargli sicurezza:)
    Invece alcuni anonimi vari che hanno commentato qui andrebbero curati… sempre esista analista in grado di farlo!

  • carina anche se mi sembra un pò romanzata come storia; quasi scritta ad hoc come esempio didattico di genitori-coraggio. Come fa un bambino di sei anni a sapere di essere ".. proprio come Kurt e Blane". Aggiugno che tutto questo amore rischia di produrre indigestione. Vedo il futuro del bambino tracciato come quello di Ned Flanders, speriamo non acceda mai ad un'arma da fuoco.

  • Non capisco il problema. La fase omosessuale è abbastanza comune anche se è talmente repressa che spesso i bambini la nascondono. Spesso passa. A volte no. In ogni caso qual'è il problema? Lasciate esprimere il bambino perché sicuramente i bambini non sono in grado di votare o di costruire ponti ma sanno perfettamente cosa piace loro e cosa no. Spesso ma non sempre cambiano anche i gusti in ogni ambito. Lasciatelo in pace, genitori e commentatori paranoici 🙂

  • Ma finitila di pensarla come nel 1518…siamo nel 2011 e nn avete le palle di dire la vostra mettendo il vostro nome nascondendovi dietro l'anonimo?!?! Maaahhh…poi dicono che i gay sn senza palle…tiratele fuori x cominciare a cambiare lo stato che nessuno vuol cambiare,tiratele x affrontare di petto le situazioni senza psicologi o strizzacervelli,aprite gli occhi e la mente,e vedrete che il mondo è pieno di gay che spesso sono anche sposati e cn figli e possono pure essere i nostri vicini di casa,o i nostri migliori amici…nn fate i bigotti…papà,tuo figlio,gay o non,è sempre frutto di un amore…

  • gli analisti per bambini esistono e sono qualificati, chi ha un figlio con procinto d'autismo secondo te lo manda da un santone ?

  • Eccolo ci mancava l'intelligente che manda un bambino di sei anni dall'analista…che il mondo gira al contrario lo sapevo ma poi mi direte il perché.

  • soltanto un errore di imprinting che un buon analista risolve con un'oretta di lavoro.Fate pure sparire le bandierine, l'omosessualità "naturale" è un mito creato da gente che da una parte vive col senso di colpa, e da altri che sognano nuovi razzismi.Raffrediamo gli animi e riesaminiamo il problema.

  • @ anonimo (il primo): Amen.

    @ anonimi (vari): La mamma della lettera insegna non solo l'amore, ma anche l'ironia. Che è altrettanto importante, in alcuni casi…

    @ Salvo: La cosa più importante è comunque averli avuti, i genitori, no? 🙂

    @ anonimo (il padre): Dunque, 5 anni per 365 giorni… fanno 1825 persone ignoranti abbattute. Più o meno. Ripuliresti un'area grande quanto un piccolo quartiere. Ma, sinceramente, credo che sia meglio ripulire, senza violenza, due aree molto più piccole: la bocca ed il cervello. Inizia pure dai tuoi…

  • Pure a me a volte mio figlio da l'impressione di essere gay (ha 11 anni) ma non riesco a essere sereno come questa mamma, mi preoccupa sto mondo idiota che lo tratterà male, insomma gente ignorante come il primo che ha commentato.
    Forse per essere un buon padre dovrei iniziare ad abbatterli uno ad uno. Anche solo uno al giorno per i suoi 16 anni potrei ripulire un'area abbastanza vasta.

    • L'unico modo che hai è crescere una persona forte, e per essere forte deve amare se stessa. Se sarà così, potrà essere triste per quello che alcune persone gli faranno passare nel futuro, ma non ferito.
      Buona fortuna 🙂

    • Non potrà che essere felice con un padre accanto come te che lo capisce e lo sostiene! La famiglia è la prima, vera cosa importante, è spesso lo scoglio più grande per chi non ce l'ha dalla sua parte…il resto sarà una barzelletta! La non comprensione della famiglia è la cosa più brutta; il mio migliore amico non riesce a comunicare con suo padre per via di questa cosa, ed è l'unica ombra nella sua vita…ed è veramente un grosso peccato, un cruccio che purtroppo non lo lascerà mai, un senso di colpevolezza che, malgrado sia senza colpa, non lo lascia sentire del tutto libero. E non esserlo con i tuoi cari credo sia tremendo. Per questo ti dico che tuo figlio sarà fortunato con te accanto!
      Per il resto, tutti abbiamo gente che ci prende in giro o ci sfotte prima o poi per un motivo o un altro, che sia altezza, peso, talento o invidia! Ma sai cosa? Se siamo sicuri di noi stessi e dei nostri affetti, questi giudizi o pregiudizi non varranno mai nulla! 😉
      SARA

  • Beh Mai perdere le speranze forse con un dieci anni di analisi dallo psichiatra ce la puoi fare a guarire dall omofobia !!! Magari sei invidioso perché tu hai paura di dire che sei gay???? Chissà!!!!

  • Ecco i modelli imposti dalla tv, fanno diventare le persone gay! Curatele fino a che siete in tempo!
    Che Dio perdoni i genitori di questo bambino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *